Lunedì, 15 Ottobre 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
AMBIENTE ED ENERGIA

Sei Toscana, dichiarazione congiunta dei sindaci di Siena e Arezzo

Bookmark and Share
valentni-ghinelli“Sulla stampa si legge del possibile cambio di proprietà, diretto od indiretto che sia, relativo alle azioni di Sei Toscana possedute da soci privati". Così un intervento congiunto del sindaco di Siena, Bruno Valentini, e del sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli.

"Sei Toscana non è una impresa qualsiasi - proseguono i due primi cittadini -. E' la società a capitale misto pubblico-privato che si è aggiudicata la gara per l'affidamento ventennale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nella Toscana meridionale. Sei Toscana è attualmente commissariata a seguito dell'indagine giudiziaria sulla gara in oggetto ed ogni decisione importante relativa alla propria attività, come l'ingiustificabile ipotesi di aumento dei compensi del cda, va soppesata con estrema attenzione. Fatta salva la libertà decisionale riconosciuta dalla legge ad ogni socio di Sei Toscana, pur nei limiti delle procedure concorsuali in corso, riteniamo politicamente opportuno che eventuali mutamenti proprietari nella compagine azionaria vadano valutati preventivamente con la componente pubblica della medesima compagine, anche per le peculiarità del settore della gestione dei rifiuti. Confermiamo anche che il nostro obiettivo rimane quello di riportare la quota azionaria di maggioranza di Sei Toscana saldamente in mano pubblica, perché va ricostruito prima possibile un rapporto di fiducia e credibilità da parte degli utenti verso il servizio rifiuti”.

 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


300x250_estra_10agosto2018

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo  cinema    viabilità     farmacie     meteo
300x250_estra_10agosto2018
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER