Giovedì, 6 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Il sindaco De Mossi presenta al Consiglio comunale le linee programmatiche del suo mandato

Bookmark and Share
luigidemossi-consigliocomnaleDurante la seduta del Consiglio comunale di questa mattina, venerdì 27 luglio, il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, ha presentato al Consiglio le linee programmatiche sulle azioni e progetti da realizzare durante il mandato 2018/2023.


Siena, dalla nostra storia, riscriviamo INSIEME il futuro

Il metodo per fare la differenza
Per troppo tempo la città è stata oggetto delle attenzioni di persone mosse solo dalla sua ricchezza economica e non dall’amore per la sua storia, il suo presente e futuro.
Oggi, Siena ha bisogno di un nuovo metodo. Un metodo, finalmente, senza i condizionamenti di quei partiti e di quei gruppi di potere che hanno sperperato il patrimonio di tutti noi senesi e infangato il nome della nostra città.
Noi, porteremo avanti un radicale ricambio della classe dirigente, nessun amministratore verrà scelto tra i tanti che hanno cercato o cercheranno di riciclarsi: un vento nuovo soffia già nella nostra Siena, portando aria di libertà, competenza e merito.



Siena, la città Sicura
Ogni cittadino ha il diritto di sentirsi al sicuro nella propria città.
Ognuno di noi deve sentirsi al sicuro quando è a casa, quando lavora, quando passeggia per le strade o sosta nei luoghi pubblici, a tutte le ore del giorno e della notte.
E’ ora di riappropriarci di quella fiducia e tranquillità di vivere, che Siena, ci ha sempre dato.
 Insieme, con la buona volontà e le autorità competenti, impegniamoci ad intraprendere un percorso di interventi concreti senza false rassicurazioni.

Le nostre azioni
Riorganizzare e potenziare l’organico della Polizia Municipale per essere presenti sul territorio 24h su 24h.
Istituzione di un ufficio di sicurezza per la raccolta di denunce e segnalazioni in collaborazione con la vigilanza ed il volontariato civico.
Implementare il numero delle telecamere nei punti strategici della città, verificare il funzionamento di quelle già posizionate e dell’illuminazione pubblica, perché questa non renda, se spenta, la vita facile ai delinquenti.
Maggiore attenzione nei quartieri limitrofi al centro con controlli capillari del territorio, posti di blocco, ispezioni sulle auto, blitz negli appartamenti sovraffollati di Siena-Casa.
Sinergia con le forze dell’ordine e con la Prefettura per il controllo, secondo legge, degli immigrati, al fine di espellere tempestivamente coloro che sono irregolari.
Rafforzare i rapporti con le scuole, le Contrade e le organizzazioni sportive per promuovere iniziative di conoscenza e collaborazione sulle tematiche della sicurezza, legalità e degrado sociale.
Incentivare le segnalazioni dei cittadini attraverso l’attivazione di un sevizio di messaggistica, ad esempio con l’applicazione Whatsapp, collegata direttamente alle autorità competenti.
Istituzione di un Vigile urbano di quartiere, che possa presidiare il territorio e costituire un punto di riferimento dei cittadini.



Siena, la città che attrae

Dalla cultura al nuovo turismo
Siena dovrà tornare un centro di produzione culturale diffuso, perché solo così la nostra città sarà in grado di attrarre quei flussi turistici di qualità che portano vero benessere e ricchezza.
Il Santa Maria della Scala diventerà il perno di un nuovo modo di intendere la politica culturale e di elaborare un’offerta turistica di alto livello.

Le nostre azioni
Il Comune si impegna a trovare un accordo con la Sovrintendenza per ottenere il trasferimento di parte della Pinacoteca presso il Santa Maria della Scala.
Apertura degli spazi comunali ad associazioni culturali e teatrali presenti a Siena.
Realizzazione con il coinvolgimento di sponsor, di un grande evento di portata internazionale con cadenza annuale dando continuità e sistematicità all’offerta culturale della città.
Calendarizzazione con largo anticipo degli appuntamenti culturali e turistici per favorire il lavoro degli operatori del settore.



Siena, un polo per la formazione
Siena ha nella propria natura la vocazione ad essere un polo attrattivo per chi intende intraprendere un percorso di alta formazione parlando non solo all’Italia ma a tutto il mondo. Non è un caso che la nostra città sia stata la prima ad istituire una cattedra di italiano per studenti stranieri. Questa vocazione andrà ripresa e rafforzata, ponendola al centro del progetto di rilancio della città. Oltre al fondamentale ruolo delle due Università cittadine, andranno coinvolte anche le istituzioni musicali, per far divenire Siena una tappa obbligata per chi vuole studiare, fare ricerca e completare la propria formazione.

Le nostre azioni
Il Comune si impegnerà a istituire un tavolo con le università cittadine, per confrontarsi sulle esigenze ed i problemi del mondo studentesco e accademico e favorire la circolazione di idee, contributi e soluzioni innovative.
Il Comune si metterà in gioco perché le tre istituzioni musicali, Accademia Chigiana, Siena Jazz e Istituto Franci, possano coordinarsi e proporre un’offerta integrata secondo le proprie caratteristiche e peculiarità.
E’ impensabile che Siena, non abbia un luogo dove far suonare i talenti che verranno a studiare nella nostra città. Elaborare un progetto di sostenibilità economica ed urbanistica per la realizzazione di un auditorium, sarà una priorità della nuova amministrazione.
Il Comune favorirà, anche avvalendosi di alcune delle sue società partecipate, la nascita di una vera e propria “scuola pratica d’impresa” per accompagnare chiunque voglia impiantare un’attività produttiva nella nostra città anche se piccola o piccolissima.  



Siena città in salute
Il concetto di salute è un elemento imprescindibile per il bene di una comunità e non si riferisce solamente all’assenza di malattia, ma comprende anche condizioni naturali, ambientali, abitative, lavorative e culturali. La salute è bene comune, obiettivo da perseguire non solo da parte dei cittadini, ma anche dal Sindaco, che è il responsabile della condizione di SALUTE delle persone che vivono nella sua città. Abbiamo come obiettivo la PROMOZIONE DELLA SALUTE, in modo che il benessere psico-fisico della collettività, cioè di tutti a partire da chi è più in difficoltà, sia un investimento e non solo un costo. La storia di amore per la cura delle persone, raccontata negli affreschi del Pellegrinaio oltre cinque secoli fa, deve farci riflettere ed essere un modello ed uno stimolo.

Le nostre azioni
Il Comune realizzerà progetti per la tutela di tutti gli anziani: malati, non autosufficienti e in buona salute. L’attività sarà incentrata sul garantire la massima disponibilità di posti nelle case di riposo, sulla prevenzione delle demenze senili e sulla stimolazione delle funzioni cognitive anche ricorrendo alla collaborazione dei ragazzi delle scuole con attività mirate.
Snellimento delle liste di attesa per visite ed esami diagnostici d’importanza fondamentale con una migliore integrazione tra ospedale e territorio, in modo da alleggerire gli accessi al Pronto Soccorso. A tal proposito è in studio un progetto per la realizzazione di due nuove CASE DELLA SALUTE.
Promuovere programmi d’informazione ai cittadini su vaccini e prevenzione delle malattie, sugli stili di vita sani, su una cultura alimentare appropriata e sulle attività sportive e motorie per lo sviluppo psicofisico dei giovani e per l’invecchiamento attivo.



Siena, accessibile a tutti

Un nuovo piano sul traffico e sulle infrastrutture
Il susseguirsi di cattive amministrazioni ha fatto sorgere anche a Siena un problema tipico delle grandi metropoli: il traffico. L’incapacità di gestire la mobilità e la sosta sono diventati un ostacolo allo sviluppo economico e un fattore di decadimento della qualità della vita dei senesi. Non è accettabile impostare la politica amministrativa su multe, divieti e balzelli di ogni tipo, Siena diventerà una città dove parcheggiare non sarà una chimera e dove i flussi del traffico, specialmente quelli nelle ore di punta, saranno gestiti con razionalità e buonsenso.

Le nostre azioni
Adozione di un piano generale che integri le varie esigenze di mobilità e sosta di chi vive e lavora a Siena, tenendo conto delle opzioni e metodi di mobilità alternativi al trasporto su gomma.
Avvio di investimenti mirati a migliorare e integrare una rete infrastrutturale divenuta obsoleta e inadeguata.
Ricorso sistematico a cantieri notturni o che abbiano il minor impatto possibile sui flussi di traffico veicolare.
Realizzazione di nuovi parcheggi sia vicino al centro storico che in aree che possano essere servite con mezzi e navette veloci per raggiungere il centro, soprattutto utilizzando e riqualificando aree dismesse o abbandonate.
Nuova politica tariffaria che incentivi il commercio o chi ha necessità di effettuare visite a domicilio, prevedendo una franchigia nella prima parte della sosta.
Gratuità dei parcheggi nei pressi dell’ospedale Santa Maria alle Scotte.
Istituzione di un garante per la disabilità che recepisca le istanze di chi, portatore di handicap,  vive la città e incalzi l’amministrazione sul superamento di tutte quelle barriere che impediscono la piena mobilità di tutti.



Siena, i protagonisti sono i giovani
La nostra città non può più permettersi di veder andar via suoi giovani per mancanza di prospettive e attrattività.
Il Comune di Siena diventerà il regista della nascita di un modello di città che offra una formazione di alta qualità e occasioni per le giovani generazioni di mettere a frutto i propri talenti.

Le nostre azioni
Sostenere giovani che intendono avviare una propria attività attraverso il recupero di immobili di proprietà pubblica con affitti a equo canone e agevolazioni fiscali sulle imposte locali.
Istituire un bando di concorso che premi i migliori giovani imprenditori senesi sulla base dei risultati raggiunti.
Istituire un incubatore comunale di start-up giovanili per accompagnare l’idea alla sua realizzazione pratica.
Promuovere la nascita di spazi dedicati all’espressione della creatività giovanile anche nelle zone periferiche della città.
Favorire la nascita di locali e aree di socializzazione in parti della città, come ad esempio la Fortezza, dove la naturale vitalità dei giovani possa esprimersi senza danneggiare il diritto al riposo dei residenti, specialmente nelle ore notturne.



Fatto a Siena

Investiamo sulla nostra città
Il nome di Siena è famoso in tutto il mondo come sinonimo di bellezza e qualità della vita. Neppure gli scandali degli ultimi anni provocati da una politica irresponsabile hanno potuto cancellare la meraviglia e il fascino che la nostra città suscita all’esterno. Per questo l’attrattività della nostra città non deve limitarsi al solo settore turistico, ma deve estendersi anche al mondo economico e produttivo. Il ruolo del Comune sarà quello di far conoscere Siena al resto del mondo anche come luogo ideale dove investire.  La nuova amministrazione sarà in grado di parlare al mondo.

Le nostre azioni
Istituzione di uno sportello unico comunale per sbrigare tutti gli adempimenti burocratici necessari a chi vuole avviare una nuova impresa.
Avviare una seria attività di confronto e collaborazione con i comuni della provincia, specialmente quelli dove insistono importanti distretti produttivi, per trovare sinergie e creare occasioni comuni di crescita e collaborazione.
Estendere la copertura della rete wi-fi alle aree strategiche del territorio comunale.
Favorire il confronto tra gli atenei cittadini e le necessità del tessuto produttivo.
Dialogo serrato con Enti ed Istituzioni locali allo scopo di preservare il brand di territorialità, perché sempre di più il nome ‘SIENA’ sia percepito nel mondo come sinonimo di bellezza, gusto e alta qualità.
Impegnare la nuova autorevolezza del Comune di Siena per la nascita presso l’Università di Siena di un corso in scienze agrarie per il settore viticolo/enologico.



Siena, la città del Palio
Il Palio è la nostra Festa, una festa viva, che ha bisogno di amore, passione e cura.

Le nostre azioni
Le regole del protocollo equino connesse alla ns. Festa verranno migliorate creando un sistema premiante per i proprietari che possa dare dei riconoscimenti non necessariamente in termini economici.
Per le prove di notte, sarà valutata l’anticipazione della loro data di effettuazione al 27 giugno e all’ 11 agosto al fine di consentire un migliore recupero dei soggetti ammessi che poi dovranno sostenere le batterie della Tratta.
Lo staff veterinario sarà scelto tra professionisti con adeguata formazione riguardo alle peculiarità tecniche della nostra corsa, sui quali gli organi addetti del comune possano selezionare a rotazione una commissione veterinaria per le diverse annate.
Nell’ottica di una migliore gestione delle piste di addestramento verrà valutata la convenzione in essere con la proprietà della pista di Mociano e previsto il mantenimento di due piste di addestramento.
Per aumentare la sicurezza della corsa si avvierà la valutazione del meccanismo di sgancio del canape detto “cigno” al fine di ridurre sensibilmente i rischi connessi al blocco del canape stesso in fase di mossa.
L’amministrazione della giustizia paliesca vedrà una riduzione dei tempi di assunzione delle decisioni sanzionatorie, oltre che una rigorosa uniformità dei giudizi e delle sanzioni nel tempo.



Siena, per lo sport
L’attività di base andrà incentivata e favorita con tutti i mezzi possibili, sviluppando però il vero senso sportivo, formativo, educativo delle varie discipline, ed evitando gli aspetti di esasperazione agonistica troppo a lungo coltivati, anche dalle società e dalle famiglie degli atleti.
Lo sport professionistico, dopo lunghi anni di gloriosi ma costosi trionfi, deve saper accettare un complessivo ridimensionamento. L’Amministrazione comunale non potrà che fare tutto il possibile, ma nell’ambito delle sue competenze e senza sconfinamenti, per mantenere alto il prestigio della città, anche attraverso le sue principali realtà sportive.
Fra l’altro, sarà opportuno legare gli eventi sportivi di maggiore richiamo a collaterali iniziative di carattere culturale e turistico, adeguatamente promosse.
La città deve coltivare anche manifestazioni recentemente introdotte, ma di grande successo, come per esempio, nel ciclismo, l’Eroica e le Strade bianche. Al contempo bisognerà liberare il centro cittadino da tutta una giungla di manifestazioni minori che per troppi fine settimana, soprattutto in primavera, stravolgono la sosta e la circolazione, anche pedonale, bloccando le normali attività dei residenti e di coloro che hanno necessità di raggiungere il centro per shopping o altro, ed impattando anche sul turismo. In tal senso, bisognerà impegnarsi ad organizzare eventi, in particolare quelli legati al podismo, non solo nel centro e imperniati su piazza del Campo, ma anche nei quartieri meno centrali, prevedendo, fra l’altro, un maggior uso della Fortezza, ed in pari tempo tornando a favorire lo sviluppo delle corse campestri.
Il Comune deve agire in sinergia con gli enti di promozione sportiva, ed organizzare i vari eventi razionalmente, in rapporto con quelli di natura culturale, commerciale eccetera.
Con le ridotte risorse disponibili vi sono rischi di decadimento dell’efficienza dei numerosi impianti sportivi di cui la città dispone. Sarà pertanto necessario impegnarsi, cercando di mettere maggiormente a reddito le strutture che hanno una potenzialità reddituale.
Per quanto riguarda le risorse per il miglioramento degli impianti, ben vengano le sponsorizzazioni di privati, e va bene pure lo strumento del project financing, ma assicurandosi che gli impianti comunali non vengano gestiti in totale autonomia da un solo gestore in via esclusiva. Il Comune deve sempre riservarsi la possibilità di intervenire per equilibrare le legittime aspettative delle varie società sportive, ed anche dei singoli cittadini che vogliano svolgere in autonomia delle attività sportive.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio