Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Bruno Valentini, sindaco di Monteriggioni: ''Due considerazioni sulla neve e sull'azione dei Comuni''

Bookmark and Share
Il sindaco di Monteriggioni Bruno Valentini commenta l'emergenza neve nel suo territorio

brunovalentini250v“Venerdì 17 dicembre ed i giorni seguenti sono stati giorni difficoltosi per il nostro territorio, messo a dura prova dalla nevicata e dal ghiaccio sulle strade. Nonostante l’Italia sia considerato nell’elenco dei “grandi del mondo”, il sistema delle infrastrutture, la capacità di intervento e di programmazione della Pubblica Amministrazione ed i comportamenti delle persone troppo spesso non sono, nel loro complesso, all’altezza delle nostre ambizioni”.

Fa il punto sull'emergenza neve il sindaco di Monteriggioni Bruno Valentini, dopo la nevicata di venerdì ed il successivo formarsi di ghiaccio sulle strade.

“Il giudizio sull’operato del Comune di Monteriggioni in questo frangente spetta ai nostri cittadini ed alle aziende, mentre io mi limiterò a due considerazioni. La prima riguarda un sincero ringraziamento a coloro che hanno lavorato in quei giorni, a disposizione della gente. Mentre un po’ tutti cercavano di tornare a casa propria, venerdì i nostri impiegati si trattenevano ben oltre l’orario per coordinare l’uscita degli alunni dalle scuole, seguendo il programma già concordato con i dirigenti scolastici, con gli autisti degli scuolabus hanno continuato a girare per strade ostacolate da imprudenti autisti in panne finché i bambini non sono stati consegnati alle famiglie. I vigili sono stati fuori sulle strade per ore a fornire le informazioni disponibili o, in mancanza, a fornire i consigli che sembravano più ragionevoli. Presso il settore Lavori Pubblici, tutti gli operai sono stati mobilitati per spargere sale e togliere la neve dalle strade comunali cercando di arrivare progressivamente in tutte le tante frazioni di un territorio molto articolato in decine di nuclei abitati. Sabato le squadre degli operai hanno lavorato dalle 7 di mattina fino alle 19, rientrando durante la notte per mettere i cartelli di chiusura di accesso all’Autopalio. Un lavoro di pulizia e di spargimento del sale che è proseguito anche la domenica successiva, dalle 7 fino alle 13, distribuendo in totale oltre 20 quintali di sale. Con l’ufficio hanno collaborato anche una ditta esterna (che ha lavorato ininterrottamente fino alle 5 di mattina del sabato, in particolare nelle zone ai pendici della Montagnola Senese) e l’associazione La Racchetta, un gruppo di volontari che si è prodigato delle zone intorno alla strada Chiantigiana”.

“La seconda considerazione riguarda cosa si attende questo Paese dalla Pubblica Amministrazione ed in particolare dai Comuni, dagli enti più vicini ai cittadini. Le ultime Leggi Finanziarie hanno fatto a gara per vincolare l’operatività degli Enti Locali e ridurre le risorse disponibili in periferia, senza penalizzare altrettanto i Ministeri. I Comuni, indipendentemente dalla loro virtuosità o meno, hanno le mani legate sui soldi che possono spendere (e mi riferisco quelli già in cassa), sull’utilizzo del personale, sugli straordinari, sulla reperibilità. Per quanto i Comuni possano migliorare la propria efficienza o ridurre gli sprechi, non sarà mai possibile compensare il taglio attuale e futuro dei finanziamenti sul trasporto pubblico locale, sul sociale, sulla scuola, sulla sanità, ecc. Le conseguenze saranno - ce lo ha già anticipato il Presidente della Provincia – meno manutenzioni, meno autobus, meno interventi garantiti da ditte esterne per la neve, meno integrazione alle attività scolastiche, meno manifestazioni culturali, e così via. Ai cittadini dico che vi stanno espropriando il vostro Comune proprio ora che ne avreste più bisogno. Il nostro compito sarà quello di ridurre i costi di funzionamento, trovare sinergie con altre istituzioni, fare leva sul mondo del volontariato, ricercare collaborazione con i privati, intercettare bandi pubblici, valorizzare il patrimonio pubblico non indispensabile, ma anche quello di ritrovare la sintonia perduta con i cittadini, che si fidano sempre meno della politica e dello Stato, mentre mai come ora ci vorrebbero una buona politica ed uno Stato più presente, anche se meno arrogante e centralista”.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio