Giovedì, 9 luglio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Consiglio comunale di Siena, la sintesi delle risposte alle interrogazioni presentate

Bookmark and Share
palazzocomunale450freeSi è svolto oggi, martedì 29 novembre 2011, nella Sala del Capitano del Popolo del Civico Palazzo, il Consiglio comunale di Siena. Riportiamo in sintesi le risposte date alle interrogazioni presentate.

1,01 ultimazione 1° stralcio ripristini “Contratto di quartiere S. Miniato”

I lavori di ripristino dei lavori del primo stralcio del “Contratto di Quartiere S. Miniato”, sono in avanzata fase di esecuzione e per taluni appalti è già programmata la fine delle lavorazioni con i primi giorni di dicembre. Gli ambienti che sono già in uno stato di possibile imminente consegna sono quelli destinati al Centro Iniziative Socio Culturali della Terza Età (attigui alla Banca) e quelli destinati alla Misericordia (posti sul prospetto che si affaccia sulla piazza).

Non appena saranno concluse le verifiche tecniche ed ottenuto l'allaccio alla rete cittadina del gas, si potrà procedere alla consegna degli ambienti, forse anche prima della fine dell'anno. Per la consegna degli appartamenti destinati ad esigenze sociali, occorrerà qualche giorno in più, ma comunque sempre entro le previsioni fatte di termine dei lavori entro fine anno.

Inoltre, è in corso la gara per l'affidamento dell'intervento sulla parte esterna dell'edificio (revisione e recupero facciate e lavori vari). Tali lavori, per la loro natura, non creeranno intralcio o limitazioni al pieno utilizzo degli ambienti interni. Si prevede, tra l'altro, di poter consegnare all'uso pubblico, contestualmente alla consegna degli ambienti di cui sopra, anche una parte significativa della piazza che collega Via Berlinguer con il centro commerciale COOP.


1,02 Presenza di prostitute in strada del Ferratore


L’assessore Ferretti ha ribadito che ha avuto modo di effettuare diversi incontri con la Polizia Municipale e la Prefettura su questo argomento. Da tali incontri è emerso che i numeri delle persone che si prostituiscono per strada sono piuttosto ridotti e che per le forze dell'ordine è difficile eliminare totalmente il problema. Infatti queste persone risultano in possesso di regolari permessi di giorno e, a meno che non ci siano evidenti reati da contestare, non è possibile intervenire.

Sul tema del recupero e dell’integrazione sociale di queste ragazze Ferretti ha ricordato che già dal 2002 siamo stati attivi nel percorso di accoglienza e recupero delle donne che vogliono uscire dal mondo della prostituzione.

“Siena è all'interno di un progetto nazionale promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – ha detto l’assessore - che prevede un numero verde dove avviene la prima segnalazione. Da qui la persona è inviata ad un centro di prima accoglienza. Accertata la volontà della persona di uscire da quel mondo, questa viene in genere spostata in una località diversa e lontana dai giri di solito frequentati. Un centro di seconda accoglienza  è presente nel nostro Comune è può ospitare fino quattro persone”.


1,03 Il traffico in viale Lombardi

La segnaletica orizzontale è stata completamente sistemata nelle giornate del 2 e 3 novembre ed è stato realizzata ad ultimazione del ripristino del manto stradale di alcuni tratti della via. La segnaletica verticale risponde completamente alle norme del codice della Strada.

“Ricordo inoltre – ha detto l’assessore al Traffico Alessandro Mugnaioli – che in prossimità dell’ex Consorzio è presente un portale luminoso per l’attraversamento pedonale. Non possiamo invece installare dissuasori di velocità per il frequente transito di mezzi del trasporto pubblico e soprattutto del soccorso diretti verso l’ospedale”.

“La via – ha concluso – è controllata periodicamente dalla Polizia Municipale e gli incidenti sono passati dai 4, dei quali 2 con feriti, del 2009 ad uno soltanto e senza feriti in questo anno”.


1,04 iniziative che il Comune di Siena intende assumere per garantire l’assoluta garanzia di potabilità e di assenza di agenti inquinanti nell’acquifero del Luco che alimenta l’acquedotto di Siena

L’assessore all’Ambiente Alessandro Cannamela ha colto l’occasione per sgombrare il campo da equivoci e ribadire che l’acqua del Luco è sicura e costantemente monitorata. Cannamela ha sottolineato che nel corso dei continui controlli analitici ,condotti nell’ambito della gestione di Acquedotto del Fiora S.P.A. dal 2002 ad oggi, non sono mai state rilevate situazioni di potenziale rischio per l’integrità della risorsa.

“Tra l’altro - ha ribadito  - il Fiora ha eseguito, in questi anni, sull’acquifero del Luco analisi ben superiori per numero e per parametri analizzati alle prescrizioni di legge”.

“La salute dei nostri concittadini e la qualità dell’ambiente – ha concluso Cannamela - restano una priorità irrinunciabile della nostra amministrazione che si spenderà quotidianamente al fine di garantirne il rispetto. In ogni caso valuteremo l’opportunità di attivare un tavolo di confronto con l’Amministrazione Comunale di Sovicille, con la Provincia di Siena e la Regione, che in vista degli atti amministrativi previsti dal Comune di Sovicille, prenda in considerazione l’ipotesi di perimetrare l’area in modo ancora più esteso”.


1,05 tassa di soggiorno


“Dal 2004 ad oggi si sono susseguite delle politiche governative che hanno provocato una serie di tagli ai trasferimenti statali che per il Comune di Siena sono calcolabili in circa 11 milioni di euro”. E’ con queste parole che ha esordito l’assessore Mugnaioli per rispondere all’interrogazione in merito alla tassa di soggiorno formulata dal Gruppo Per Corradi Sindaco. “L’obiettivo di questa amministrazione – ha proseguito - è quello di mettere a posto i conti del Comune salvaguardando i servizi attualmente esistenti ed evitando di aumentare il gettito fiscale nei confronti dei cittadini senesi”.

“E’ per questi motivi – ha continuato - che abbiamo deciso di fare una scelta coraggiosa come quella di inserire la tassa di soggiorno, una soluzione a cui avremo preferito non ricorrere, ma che, come molti altri comuni italiani ed europei, ci consente di non gravare sui redditi dei residenti.” “Infatti – ha concluso - aumentare l’Irpef o ritoccare le imposte sui servizi avrebbe significato mettere in difficoltà i cittadini senza avere introiti sufficienti”.


1,06 Viabilità incrocio di Cerchiaia


L’Assessore ai Lavori Pubblici Luciano Cortonesi ha sottolineato nella sua risposta come la nuova Amministrazione sin dal suo insediamento stia monitorando in maniera costante la questione. L’obiettivo a breve termine è i quello di effettuare le migliorie che da subito possano rendere il più funzionale il semaforo esistente.

Cortonesi nella sua risposta ha spiegato che “le problematiche della regolazione della viabilità in prossimità dell’incrocio sono ben conosciute e, proprio per questo motivo, già oggetto di una progettazione e programmazione”.

“’Amministrazione – ha detto l’assessore - è in possesso di un progetto per l’esecuzione di una rotonda che possa sostituire l’attuale semaforo. Il primo progetto è stato elaborato nel  2005  e la giunta comunale nel 2008 ha approvato il preliminare. Fare la rotonda costerà circa. 850mila euro e, compatibilmente alle esigenze di bilancio, l’esecuzione è prevista nel 2013”.


1,07 Costo delle progettazioni urbanistiche al momento senza seguito


Le Amministrazioni Comunali che si sono succedute in questi anni hanno commissionato alcune importanti progettualità di carattere urbanistico volte a recuperare e migliorare alcune aree, creare nuovi parcheggi e prevedere nuovi insediamenti sportivi. Pur rappresentando opere di sicuro interesse ed impatto per la città, ad oggi tali opere non sono state ancora realizzate a causa, soprattutto, delle minori risorse a disposizione di cui l’Ente ha dovuto far fronte negli ultimi anni e per le scelte delle amministrazioni passate. “Ad esempio – come ha ricordato l’assessore Rosignoli - tra tali progettualità vi è il nuovo stadio, i cui costi di realizzazione attualmente non sono sostenibili dall’Amministrazione Comunale in carica.” Tra le progettazioni urbanistiche segnalate dall’interrogazione vi è stato, anche, lo studio di fattibilità per la sistemazione della conca del rastrello, del 2003,, lo studio urbanistico di compatibilità economica di Piazza Matteotti, datato 2001, il progetto per la realizzazione di un parcheggio interrato in Viale dei Mille, datato 1991, la realizzazione di un parcheggio pluriplano in via Bruno Bonci, datato 1988, il parcheggio ex Sita, datato 2005, e lo studio di fattibilità per la realizzazione della metropolitana leggera, anch’esso del 2005.


1,09 Illuminazione e lastricatura in via Stalloreggi

I problemi riguardanti la scarsità dell’illuminazione esistente – ha risposto l’assessore ai Lavori Pubblici Luciano Cortonesi - sono stati risolti proprio nei giorni scorsi  con l’intervento per il miglioramento dell’illuminazione pubblica eseguito il 19 novembre scorso”.

“L’Amministrazione oltre ad intervenire per riparare il guasto ha provveduto alla sostituzione delle lampade, lavoro che ha richiesto una breve chiusura del traffico veicolare”.

“Anche riguardo  la situazione del  lastricato - ha concluso l’assessore - la condizione è ben nota, tanto da ritenere via Stalloreggi una delle priorità per gli interventi di manutenzione del lastricato in pietra Serena, pur nella consapevolezza che i tagli a cui è stato sottoposto dal Governo anche il nostro Comune rischiano di non poter disporre dei 400.000 euro necessari per tali lavori”.


1,10 Restauro delle coperture e delle superfici della facciata del Complesso San Martino


Si tratta di un  complesso privato ed il piano di recupero risale al 1999. Negli ultimi anni il Condominio ha inoltrato le pratiche edilizie  nel dicembre 2008 (Lavori urgenti in copertura) e nel gennaio 2009 (messa in sicurezza del tetto). “Invece la pratica edilizia oggetto di interrogazione – ha evidenziato l’assessore all’Urbanistica Paola Rosignoli - per il restauro delle coperture e delle superfici di facciata ha avuto il via ai lavori le settembre 2009 e scadrà nel settembre 2012”.

“Per quanto riguarda l’occupazione di suolo pubblico - come ha spiegato - l'autorizzazione scadrà alla fine di questo anno. L'attuale progettista e direttore dei lavori, l’architetto Giorgio Bascià, ritiene prossima la presentazione di un progetto unitario d'insieme per la definizione dei lavori di recupero, previsto dal vigente Regolamento Urbanistico, e di poter concludere detti lavori entro i termini di legge”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio