Giovedì, 27 febbraio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Gli studenti del Caselli festeggiano la Toscana in compagnia di Garibaldi

Bookmark and Share
”L’Eroe dei due mondi” è stato centro della conferenza che ha aperto la Festa dedicata alla Regione
La giornata è proseguita con il taglio del nastro della mostra itinerante “I nostri primi 150 anni” aperta fino al 15 dicembre


festatoscanacaselli2Un viaggio alla scoperta del Risorgimento. Così oggi, mercoledì 30 novembre, l’Istituto Professionale per il Commercio ed il Turismo "G. Caselli" di Siena ha celebrato la Festa della Toscana. La giornata, istituita dal consiglio regionale per ricordare l'abolizione della pena di morte avvenuta il 30 novembre del 1786 ad opera del Granduca Pietro Leopoldo, si è aperta, presso l’aula magna del plesso scolastico di via Roma, con la riflessione “Le molte ferite di Garibaldi" a cura del professor Gualtiero Bellucci ed è proseguita con la cerimonia del taglio del nastro, con ospite il Primo Maresciallo del 186’ Reggimento Folgore di Siena Manuel Toracca, che ha dato il via alla mostra itinerante “I nostri primi 150 anni”, promossa dall’associazione culturale “IL PRISMAmultimedia”.

festatoscanacaselli3Garibaldi arriva sui banchi di scuola con la riflessione di Bellucci. I festeggiamenti si sono aperti con le parole del professore emerito dell’Università di Siena Gualtiero Bellucci, che ha illustrato le gesta dell’”Eroe dei due mondi”, dei garibaldini e dei tanti studenti universitari senesi che s’immolarono per l’Unità d’Italia. “Giuseppe Garibaldi – ha spiegato Bellucci agli studenti del Caselli – è l’eroe più amato degli italiani, un paladino della libertà oltre che integerrimo amministratore dei tesori di Palermo. Garibaldi è l’uomo che lasciò Napoli, dopo aver conquistato un regno, portando con sé solo un sacchetto di sementi, alcuni barattoli di caffè e di zucchero. “La sua vicenda personale e storica– ha continuato lo studioso del Risorgimento- è sicuramente un raro esempio di lealtà e affezione alla patria. Una figura che, ancor più nell’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, abbiamo il dovere di raccontare e descrivere a voi giovani, perché sono convinto che i suoi valori potranno essere di grande ispirazione per il vostro futuro”.

festatoscanacaselli1La mostra raccoglie medaglie, foto e quadri dedicati all’”Eroe dei due mondi”. Dopo la ricostruzione storica si è svolta l’inaugurazione dalla mostra “I nostri primi 150 anni” che raccoglie oltre centocinquanta opere dedicate ai temi del Risorgimento. Fotografie, pitture e maglie tricolore sono state presentate al pubblico dal critico d’arte Gilberto Madioni che ha sottolineato l’originalità con cui studenti e artisti si sono cimentati con il tema storico. La collezione, curata da Daniele Sasson e impreziosita da una selezione di “Medaglie” inviate dalla Scuola “Giovanni Verga “ di Limbiate, rimarrà aperta fino al 15 dicembre presso l’aula magna dell’Istituto Caselli.

Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia un progetto formativo e trasversale per festeggiare la patria. Le iniziative dedicate al Risorgimento si inseriscono all’interno di “Caselli eventi”, un progetto che è ormai parte integrante dell’offerta formativa dell’istituto. “Si tratta – ha spiegato Valeria Bertusi, dirigente scolastico del Caselli – di una serie di attività di approfondimento artistico-culturali che hanno coinvolto oltre 300 studenti in un percorso didattico personale e creativo di recupero e avvicinamento ai valori e ai simboli della società civile. Crediamo fermamente che la crescita e la formazione dei giovani possa essere arricchita da operazioni didattiche anche insolite, che però riescano a far vivere ai ragazzi un’esperienza emozionale unica”.

festatoscanacaselli4_650
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200

Viaggi nel Mondo - Itinerario di viaggio in Francia: sbarco in Normandia

rouen300
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio