Sabato, 15 Dicembre 2018
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena
TERRITORIO - VAL D'ORCIA

CASTIGLIONE D'ORCIA

Bookmark and Share
StemmaCastiglioneCastiglione d'Orcia, che segna il confine tra la val d'Orcia e le foreste del Monte Amiata, sorge su una collina che è la propaggine settentrionale dell'Amiata stesso.
Prevalentemente collinare, e in parte montuoso, il territorio di Castiglione d'Orcia comprende le frazioni di Rocca d'Orcia e Bagni San Filippo.

Cenni storici

castiglionedorcia2Le prime notizie del paese, si hanno a partire dalla prima metà dell'VIII secolo, quando era proprietà della famiglia Aldobrandeschi, e aveva il nome di Petra.
Divenne Libero Comune nel 1252, ma la sua indipendenza ebbe vita breve.
Nel '300 era parte dei possedimenti di Siena e passò di mano in mano a potenti famiglie dell'epoca come i Piccolomini prima, e i Salimbeni successivamente, che la utilizzarono come roccaforte nella loro rivolta contro i senesi stessi. Tuttavia, nel 1418 Siena riprese possesso del borgo e lo mantenne sino alla metà del secolo successivo, quando Firenze, sotto la spinta della propria politica espansionistica, sconfisse Siena e ne inglobò tutti i possedimenti. Dal XV secolo Castiglione d'Orcia divenne parte dei possedimenti dei Granduchi Dè Medici che, nel 1608, la elevarono a Marchesato e la diedero in feudo alla nobile famiglia Riario. Al termine della dominazione medicea passò per eredità alla casata dei Lorena sotto la cui giurisdizione rimase sino alla costituzione del Regno d'Italia di Vittorio Emanuele II.

Da visitare

castiglionedorciaIl monumento più conosciuto, all'interno del territorio comunale, è la maestosa torre della Rocca di Tentennano, facente parte della frazione di Rocca d'Orcia, utilizzata nel medioevo come base strategica per le sentinelle che sorvegliavano la valle, e teatro di duri scontri tra la famiglia Salimbeni e la Repubblica di Siena che la riconquistò agli inizi del 1400.
Il più importante monumento religioso del paese è la Chiesa dei santi Stefano e Degna che custodiva splendide opere pittoriche, attualmente conservate al museo di Montalcino, tra cui una Madonna col bambino di Lorenzo di Pietro, detto "Il Vecchietta", che a Castiglione d'Orcia ebbe i natali.
Al centro della parte antica del paese, si trova una piazza triangolare, dedicata proprio a Lorenzo di Pietro, la Piazza Il Vecchietta, sulla quale si affacciano edifici di interesse storico-artistico, tra cui il Palazzo Comunale.
Nota a parte merita la frazione conosciuta col nome Bagni San Filippo, presso la quale si trova una piccola, ma suggestiva zona termale conosciuta col nome di Fosso Bianco, in cui le acque sulfuree e ricche di carbonato di calcio hanno creato nel corso dei secoli bianche concrezioni, vasche e cascatelle molto caratteristiche.
Nei pressi della frazione, è anche possibile visitare la grotta di San Filippo scavata in un'enorme blocco di travertino, nella quale la tradizione racconta che si ritirò in eremitaggio San Filippo Benizi verso la metà del 1200. All'interno della grotta è custodito un crocifisso ligneo scolpito dal Santo.
La grotta, trasformata in cappella rupestre, è meta di preghiera.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round ico-zodiacoicons_separatorico_cinemaicons_separatorico-viabilitaicons_separatorico_farmaciaicons_separatorico_meteo
oroscopo  cinema    viabilità     farmacie     meteo
300x250_estra_10agosto2018
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio