Mercoledì, 27 gennaio 2021
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SPORT

Siena-Bologna, il commento di Sannino: ''Felice per un altro passo per la salvezza''

Bookmark and Share
siena-palermo-sanninoAlla fine della partita pareggiata 1-1 col Bologna, Giuseppe Sannino, allenatore del Siena, ha parole dolci per la squadra, per l'ambiente, anche per la sua stagione, quasi come un addio. Ma non si può non partire dalla gara: ''Eravamo reduci da tre partite fuori casa, correndo tanto e con risultati importanti. Questa era una partita delicata perché la mia paura era adagiarsi, venendo da un momento positivo per tutto l'ambiente senese. Invece i ragazzi sono stati bravi''.

L'analisi della partita. ''Ho voluto schierare D'Agostino mettendomi a cinque perché abbiamo giocato contro una squadra che non dimentichiamo ha quasi battuto il Milan a San Siro: se gli metti campo davanti può fare male. Sono felice perché abbiamo mosso la classifica e ho visto un primo tempo in cui avremmo meritato. Mi è dispiaciuto per Terzi, ma sono felice perchè abbiamo fatto un altro passo in avanti per la salvezza: Siena deve restare in Serie A''.

Le voci di partenza. ''La valigia in mano ce l'ho sempre perché gli allenatori sono uomini soli: possono essere mandati via, possono essere chiamati. Io ho grandissimo rispetto per la famiglia Mezzaroma, Perinetti, i tifosi, la città. Il mio unico pensiero è salviamoci, poi da persone serie vediamo. Ho un contratto in essere, quindi non dipende da me. Io dipendo sempre e solo dal Siena''.

Le condizioni di Destro in vista delle prossime partite. ''Ha avuto un problema al flessore, dove già da un po' aveva un problemino. L'ha sentito indurirsi in occasione del gol. Ci teniamo a queste ultime quattro partite, non vogliamo col Milan ripetere la partita di sudditanza psicologica fatta a San Siro solo di fase difensiva. Queste quattro partite, pur essendo battuti in partenza, vogliamo giocarcele, dimostrando sul campo che noi pur essendo piccoli possiamo mettere in difficoltà certe squadre. Quest'anno ho avuto a disposizione 34 grandi uomini, sono felice di averli portati fino alla fine e sono felice di quanto hanno fatto perché sono stati loro a portarmi fin qua''.

I suoi meriti nella stagione. ''Io sono l'ultimo arrivato però stai in questo mondo perchè qualcosa devi pur dare ai giocatori. Se non entri nella testa dei ragazzi, se loro non sentono quello che tu sei per loro, difficilmente possono raggiungere gli obiettivi. I veri protagonisti sono loro, noi siamo i mezzi perché possano fare bene sul campo''.

Un voto al proprio anno. ''Vorrei essere quella persona ricordata dai senesi non tanto come allenatore ma come persona onesta, che ha dei propri valori e anche nei momenti meno belli è rimasto la persona che avevano conosciuto inizialmente, sempre guardando negli occhi tutti. Se ci deve essere un ricordo o una firma sull'annata, credo che sia sempre più importante ricordare l'uomo che l'allenatore. Se restiamo in Serie A, è la vostra Serie A''.

L'impiego di D'Agostino. ''Abbiamo bisogno di un giocatore di qualità ma anche di equilibrio, che è il mio unico pensiero in campo. Perché devo rinunciare alla qualità di D'Agostino? Brienza è un giocatore straordinario che può giocare ovunque in campo ormai, Gaetano invece può darmi qualità. E non dimentichiamo il lavoro che mi ha dato Contini, in una difesa coesa che intorno a Rossettini e Terzi è diventata tra le migliori della categoria. Spendo volentieri una parola per Matteo, che ha patito gli infortuni iniziali e la grande stagione che aveva davanti, e per Andrea Rossi''.
 
RT DonazionePlasma650
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

ESTRA NOTIZIE

VALDICHIANA VILLAGE - dolce Vita

sienafreewhatsapp300X200
fotostudio siena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio