Martedì, 19 Febbraio 2019
Banner
Banner
Ultime Notizie
PortaSiena2019
PROVINCIA

Floramiata, Sindacati: ''Positivo il saldo delle retribuzioni di maggio e giugno e il tavolo istituzionale in Regione''

Bookmark and Share
floramiata-logo300"L’assemblea dei lavoratori Floramiata che si è svolta ieri, giovedì 30 agosto, ha accolto come elementi positivi il pagamento del saldo delle retribuzioni dei mesi di maggio e giugno e il tavolo istituzionale in Regione". Così inizia l'intervento delle organizzazioni sindacali FLAI CGIL, FAI CISL e UILA UIL e l’assemblea dei lavoratori Floramiata.

“E’ evidente - spiegano le Organizzazioni sindacali - che i risultati sono ancora insufficienti, ma FLAI CGIL, FAI CISL e UILA UIL, unitamente all’assemblea, colgono i primi risultati che sono frutto di una grande mobilitazione dei lavoratori.

Auspichiamo - proseguono i Sindacati - che il pagamento delle retribuzioni arretrate possa essere recuperato quanto prima insieme a quello regolare delle retribuzioni future ed invitano l’Azienda a ricercare immediatamente un nuovo investitore, così come dichiarato nei giorni scorsi e richiesto dalle Istituzioni, ultima la Regione Toscana, nell’incontro del 29 agosto.

Visto il percorso delineato, l’assemblea dei lavoratori, di concerto con le Organizzazioni Sindacali, ha deciso di proseguire la mobilitazione con mezz’ora di sciopero al giorno fino al 17 settembre, data nella quale è convocato il prossimo tavolo istituzionale.

Questo tipo di mobilitazione - concludono FLAI-CGIL, FAI-CISL e UILA UIL - dimostra che persistono tutti i problemi aziendali ma che viene dato credito ad un percorso che auspichiamo possa promuovere soluzioni positive quanto prima. Un ulteriore senso di responsabilità dei lavoratori che vedono nell’azienda il loro futuro. Il percorso è stato deciso pressochè all’unanimità”.
 
sienafreewhatsapp2

GUARDA ANCHE


SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round
300x250_estra_10agosto2018
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio