Martedì, 11 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Guicciardini (Pd): ''L’intervento sulle province è devastante sul piano dei servizi e non riduce le spese''

Bookmark and Share
Il segretario provinciale del Pd senese interviene in merito al decreto sulle province varato dal Governo

niccologuicciardini“Con il decreto legge sul riordino delle province il Governo ha ceduto al richiamo del populismo e della demagogia, aprendo la strada ad una riforma pasticciata che mette in gioco la qualità di servizi fondamentali per i cittadini”. Questo il commento “a caldo” e in attesa di ulteriori sviluppi da parte di Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del Partito democratico senese in merito alla riorganizzazione delle Province varata dal Governo oggi, mercoledì 31 ottobre.
 
“Come abbiamo più volte affermato nelle scorse settimane – sottolinea Guicciardini – il Pd è sempre stato favorevole ad una riorganizzazione organica dell’assetto istituzionale del Paese, senza escludere la possibilità di costituire delle aree vaste, e che andasse a colpire gli sprechi e le inefficienze. Le scelte del Governo, però, vanno solo apparentemente in questa direzione, ma in realtà creano degli enormi enti di secondo grado, che accentrano competenze, accorpano arbitrariamente territori molto diversi tra loro e rischiano di moltiplicare burocrazia e sprechi. Il tutto allontanando dai territori funzioni fondamentali per lo sviluppo e la crescita economica, come il lavoro, l’agricoltura, la formazione e il turismo. Il nostro sforzo per risparmiare, razionalizzare e fare l'interesse dei cittadini, comunque, lo porteremo avanti su qualsiasi campo da gioco”.
 
“L’intervento – prosegue Guicciardini - non incide sul piano finanziario, ma è devastante su quello organizzativo. Basti pensare che a fronte del costo complessivo di funzionamento della Stato, le Province incidono  solo per l'1,5 per cento e pur svolgendo funzioni molto importanti. E' evidente che altrove c'è da tagliare e si deve avere il coraggio di farlo. In questo quadro, tra l’altro, Siena risulta essere tra le amministrazioni più virtuose ed, oggi, rischia di pagare un prezzo altissimo per le scelte del Governo. Con l’attuale legge perderemmo anche lo status di capoluogo e verranno evidentemente messe in discussione tutte le articolazioni periferiche dello Stato: ad esempio dalla Prefettura alla Questura ai comandi delle forze dell’ordine.  Ora spetta al Parlamento decidere le sorti della legge, e ci auguriamo che respinga questa proposta dell’esecutivo, immaginando una riforma più incisiva e profonda che produca risparmi reali e non danneggi i cittadini. Il Pd continuerà a combattere, con tutti gli strumenti a sua disposizione per garantire quei servizi ai cittadini che oggi rischiano di venire sacrificati in nome del populismo e della demagogia”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio