Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
TOSCANA

Un’altra insegna si riaccende ad Albinia: oggi ha riaperto il Simply Market

Bookmark and Share
Autorità e tanti cittadini hanno preso parte alla piccola cerimonia di inaugurazione del negozio distrutto dall’alluvione

simply-albinia1Un’altra insegna si riaccende nel paese di Albinia, a poco più di un mese dall’alluvione che ha messo in ginocchio la frazione di Orbetello. E’ quella del supermercato Simply di via Maremmana, che oggi, sabato 22 dicembre, ha riaperto al pubblico riunendo cittadini e istituzioni per condividere insieme un altro piccolo passo avanti verso il ritorno alla normalità. A fare gli onori di casa sono stati il gestore del negozio Marino Caldini - che insieme alla moglie Carla e al figlio Claudio gestisce il supermercato dal 2003 - e Graziano Costantini, direttore generale di Cooperativa Etruria, di cui Caldini è socio da oltre trent’anni.

simply-albinia-grazianocostantiniTra i presenti alla piccola cerimonia di inaugurazione c’erano, tra gli altri, il prefetto di Grosseto, Marco Valentini; il presidente della Provincia di Grosseto, Leonardo Marras; il sindaco di Orbetello, Monica Paffetti, l’assistente capo del Corpo forestale dello Stato, Andrea Ceccarelli e il direttore di Confesercenti Grosseto, Gloria Faragli. Una presenza istituzionale significativa, a testimoniare il valore simbolico, e non solo concreto, di una attività che riparte nonostante le difficoltà. Anche il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che non è potuto intervenire per impegni istituzionali, ha inviato un messaggio di saluto: “L’inaugurazione del vostro Simply Market - ha scritto il governatore - è un segnale piccolo, ma importante, di una comunità locale che ha saputo rispondere con coraggio lavorando duramente, e già ora iniziano a vedersi i primi risultati”.

Di impegno e spirito di solidarietà ha parlato anche il direttore generale di Cooperativa Etruria, Graziano Costantini, che ha ringraziato le istituzioni, il mondo del volontariato e la Confesercenti di Grosseto per il supporto dato. “Se oggi siamo qui a festeggiare la riapertura del negozio - ha detto - è grazie all’impegno della famiglia Caldini e alla concreta solidarietà del gruppo Etruria. Ci siamo attivati immediatamente per riaprire il supermercato in tempi rapidi mettendo a disposizione professionalità e risorse, mossi da quello spirito cooperativo che ci contraddistingue e ci ha permesso di radicarci sul territorio in tanti anni di attività. Marino Caldini fa parte della famiglia Etruria dal 1978: la volontà di sostenerlo concretamente è arrivata da parte di tutta l’azienda, che ha dato prova di unità e capacità di intervento di fronte a una situazione drammatica e logisticamente complessa. Purtroppo - ha chiuso Costantini - accanto a un’attività che riapre ci sono tante altre piccole aziende che da sole rischiano di non potercela fare, con pesanti ripercussioni per il tessuto sociale ed economico del territorio”.

simply-albinia2Tanti i grazie pronunciati nel saluto di Marino Caldini, che ha ricordato “tutti coloro che ci hanno aiutato a liberare il negozio dal fango e tornare verso la normalità. Il loro sostegno è stato fondamentale per rialzare la testa e trovare nel calore umano il conforto necessario per rimettersi a lavoro, pur tra mille difficoltà”. Nel supermercato, come nelle altre imprese della zona, l’acqua ha sfiorato i due metri, causando danni per circa un milione di euro tra merce non più commercializzabile e impianti e attrezzature da sostituire. Per offrire un piccolo aiuto alle famiglie colpite dall’alluvione, è stata promossa anche un’iniziativa di solidarietà in collaborazione con il Comune di Orbetello. Da oggi al 24 dicembre, i clienti del supermercato di Albinia possessori di Carta club potranno scegliere di destinare alla raccolta fondi i punti fedeltà (500 punti corrispondono a 5 euro).
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio