Lunedì, 16 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Alessandro Starnini: ''Siena e la sua provincia sono il mio mondo''

Bookmark and Share
Starnini alle primarie del Pd per il Parlamento. Tra le priorità l’accordo con il Governo per il Santa Maria della Scala, sostegno alle imprese agricole e di qualità, energie rinnovabili, futuro della Banca MPS e dei suoi lavoratori

alessandrostarnini«Lo stato attuale e futuro dell’industria bancaria e quindi del Monte dei Paschi a partire dai lavoratori interessati, accordo con il Governo per il grande progetto Santa Maria della Scala, misure per il sostegno alle imprese agricole e alle produzioni di qualità. E ancora, salvare, rilanciare e far crescere le nostre università e idee con un nuovo progetto per il sistema termale senese». Alessandro Starnini parteciperà come candidato del Partito Democratico alle primarie di sabato 29 e domenica 30 dicembre per la scelta dei parlamentari di Siena.

Un passato da Presidente della Provincia di Siena e da vice Presidente del Consiglio Regionale della Toscana per Starnini «Siena e la sua provincia sono il mio mondo. E’ un grande onore per me essere protagonista di questa partecipazione democratica. Vale per me quello che ho fatto e quello che sono. Credo di avere l’energia e le idee per rappresentare e unire i nostri territori in un nuovo sforzo di crescita e di benessere».

Interventi immediati «Ci sono delle cose generali su cui intervenire subito. La situazione dell’economia, delle imprese, del lavoro e soprattutto per i giovani è gravissima. Non c’è un minuto da perdere. E non basta certo la cosiddetta agenda Monti. Serve credito, sbloccare il patto di stabilità e dare lavoro, cambiare la politica europea di sola austerità, un fisco che si abbassi per il lavoro e l’impresa secondo il principio che chi ha di più paghi di più. C’è troppa gente che non ce la fa più. Tutto ciò è certamente anche nell’interesse della nostra città e della nostra provincia.

Cantieri di lavoro su Siena e il suo territorio Occorre puntare con decisione imprimendo una grande spinta alle energie rinnovabili, alle misure per  il sostegno, l’innovazione e persino la riconversione dei nostri sistemi di impresa manifatturiera, provvedere ad una radicale sburocratizzazione, una nuova spinta alla crescita di territori storici come i nostri. Servirà la capacità, la conoscenza e l’esperienza di inserire gli interessi del territorio nelle politiche nazionali. Risorse finanziarie e opportunità vanno promosse e trovate anche fuori dai nostri confini. Mi riferisco a risorse pubbliche e private: la scommessa è trovare investitori sulle nostre vocazioni.

I grandi problemi Spero che questa sia l’ultima volta che si eleggono quasi un migliaio di parlamentari. La riforma costituzionale andrebbe avviata subito e conclusa. C’è da sbaraccare una vecchia Italia, vecchi assetti amministrativi per risparmiare e funzionare meglio (oggi si dice riforma della politica). Ma con un disegno che funzioni. Una riforma che non tolga a chi non è grande area metropolitana i diritti e gli strumenti per il proprio autogoverno. Il pasticcio del capoluogo non deve tornare. I territori vanno uniti, anche tutti quelli che compongono la Provincia di Siena e non messi uno contro l’altro. Siamo di fronte ad un passaggio storico. Parliamoci chiaro: o si riesce a mettere insieme “l’Italia delle cento città”, dei territori con medie e piccole comunità oppure passerà l’idea che quello che conta sono una decina di grandi aree metropolitane. Sarebbe sbagliato, l’Italia non è certamente tutta lì, e neppure la ricchezza che si produce nel Paese. Siena deve mettersi alla testa di questo discorso in tutti i campi.

Il rinnovamento dei fatti Bisogna cogliere fino in fondo lo spirito nuovo delle primarie, soprattutto con questa legge elettorale che la destra non ha voluto cambiare. Il rinnovamento, oltre che a parole, si mette in pratica con i fatti e i comportamenti. E quindi, senza protezione alcuna, ci si mette in gioco e si riparte da capo. Ho votato Bersani con profonda convinzione. Tutta l’energia che si è espressa nelle primarie precedenti va raccolta e praticata per rinnovare la politica e il PD e soprattutto per ricostruire».
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio