Lunedì, 16 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SPORT

Partita del Cuore, i campioni di basket anni '70-'80 tornano in campo per l'AIL

Bookmark and Share
Con il Rotary Club Alta Valdelsa e ChiantiBanca, venerdì 4 gennaio, al palazzetto dello sport di Colle di Val d'Elsa

basket4palloniRiccardo Pittis, Mario Boni, Flavio Carera, Poerluigi Marzorati, Fabrizio Della Fiori, Giuseppe Bosa, Alessandro Fantozzi, Andrea Forti, Stefano Gorghetto, Claudio Coldebella, tutti ex Nazionale basket anni settanta – ottanta, altri campioni della pallacanestro del periodo, chiamati dal Rotary Club Alta Valdelsa e da ChiantiBanca, giocheranno venerdì 4 gennaio, ore 18, sul parquet del palazzetto dello sport di Colle Val d'Elsa la “Partita del cuore” - Gli Amici del Basket per l'Ail.

Saranno in campo alcune stelle del basket senese: Piero Franceschini, Alfredo Barlucchi, Paolo Cocchia, Letterio Visigalli, Stefano Bechini, ed altri. Nelle panchine delle due squadre ci saranno gli ex allenatori Ezio Cardaioli e Giorgio Brenci. Sarà un evento del basket ed una grande occasione di beneficenza.

L'idea è nata dalla volontà del Rotary Club Alta Valdelsa, dice il presidente Luigi Cagnazzo, “di organizzare un'iniziativa di impatto finalizzata ad un service importante. Abbiamo, così, deciso di impegnarci per l'Associazione italiana contro le leucemie che da decenni opera nella lotta contro le malattie del sangue. L'idea è stata condivisa da ChiantiBanca”.

Le mie amicizie nel basket, continua Cagnazzo, Nazionale basket juniores 1975, Nazionale militare 1976 a Teheran con l'Italia vice campione del mondo, Nazionale azzurri alla fine degli anni settanta, “mi hanno convinto a promuovere la partita, tanto più stimolato dalle numerose adesioni e dalla disponibilità a giocare per la causa dell'Ail”.

Siamo soddisfatti, dice il presidente ChiantiBanca Claudio Corsi, “di associare il nostro nome ad un'iniziativa così importante finalizzata alla solidarietà e capace di coinvolgere al palazzetto dello sport di Colle Val d'Elsa bravi giocatori dei recenti decenni. L’interesse è maggiore per la concomitanza di significative  occasioni che consentono a ChiantiBanca di veicolare con un evento di  rilevanza sociale e sportiva in ambienti qualificati il suo nome. Lo sport per ChiantiBanca, che sostiene differenti ambienti e discipline, va oltre il business. Per il suo impatto sociale, deve stimolare partecipazione, passione, rispetto, collaborazione ed essere, come questa partita, un’opportunità per realizzare beneficenza e solidarietà”.

Questo evento, aggiunge il direttore generale ChiantiBanca Andrea Bianchi, “è un'ulteriore conferma del nostro vasto rapporto con il mondo dello sport che, per la sua funzione sociale, educativa di promozione della cultura dell’impegno, è un aspetto essenziale della nostra società. La nostra presenza venerdì 4 gennaio al palasport di Colle Val d'Elsa non è casuale: testimonia anche la nostra disponibilità alle migliori sollecitazioni, a veicolare lo sport a sostegno di azioni di rilevanza sociale, come la grande attività dell'Ail”.

Lo sport, per Piero Franceschini, consigliere Ail ed ex giocatore di basket di serie A, “può fare molto per la solidarietà: è una buona azione veicolare il suo impatto sociale per iniziative di alto livello umanitario”. Alla conferenza stampa hanno partecipato Ezio Cardaioli, i giocatori in campo venerdì 4 gennaio al palazzetto dello sport di Colle Val d'Elsa, gli altri sponsor.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio