Giovedì, 13 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

Fondazione Mps, nel 2013 erogazioni di massimo 5mln di euro. Ma non si esclude l'azzeramento

Bookmark and Share
La Fondazione punta a zero debito e diversificazione
"Resteremo socio istituzionale di riferimento"

palazzo-sansedoni450webLa Fondazione Mps ha come ''obiettivo prioritario la riduzione (fino all'azzeramento) dell'indebitamento al fine di mettere in sicurezza l'Ente e di tutelarne il patrimonio''. E' quanto si legge nel documento programmatico sulle linee strategiche per il 2013. La Fondazione intende inoltre attivare, ''nel medio-lungo periodo un percorso graduale di diversificazione del proprio portafoglio che dovrà inevitabilmente essere sviluppato sia per diluire i rischi in più settori, che per reperire altre fonti di redditività''.

"La Fondazione Mps continuerà a svolgere il proprio ruolo di azionista istituzionale di riferimento in modo discreto, ma fermo, affinchè tutti gli obiettivi del Piano Industriale siano raggiunti''. Nel documento programmatico, come nelle attese, si annuncia la possibile discesa sotto il 33,5%. "Il concetto d'indipendenza strategica della Banca Mps sarà sviluppato e interpretato in maniera dinamica'' per consentire alla Fondazione di mantenere il legame banca-territorio.

La Fondazione Mps taglia le nuove erogazioni per il 2013 che scendono a massimi 5 milioni di euro che potranno anche ridursi a zero se la situazione peggiorerà. "Alla luce dei vincoli contrattuali esistenti (derivanti dagli accordi contrattuali con i creditori finanziari e dagli impegni già assunti) - si legge il documento programmatico - e delle analisi di liquidità prospettiche, emerge che l'importo massimo disponibile nel 2013 per nuove assegnazioni per l'attività istituzionale non potrà superare i 5 milioni''.

In particolare l'ammontare di 5 milioni di euro ''rappresenta un limite massimo indicativo che sarà rivisto e modificato qualora il contesto di riferimento e le attuali condizioni dell'Ente dovessero mutare, e qualora l'equilibrio di tesoreria lo consentirà. Per quanto detto in precedenza, non si esclude comunque la possibilità di azzerare completamente le nuove assegnazioni per l'esercizio 2013''.

L'Ente conferma poi ''la pari dignità dei progetti propri e dei progetti di terzi. Tuttavia la necessità di assicurare la ''continuita' aziendale'' ad alcune società/enti strumentali finanziati dalla Fondazione fino all'auspicato raggiungimento del loro equilibrio finanziario, ovvero un'eventuale ''liquidazione controllata'', impone, per l'anno 2013, di iniziare dal finanziamento dei progetti propri, senza per questo tralasciare i progetti di terzi. In tal senso saranno privilegiati quei progetti ritenuti strategici che non risultano in grado, nel breve termine, di raggiungere l'equilibrio economico-finanziario accedendo a fonti di sostentamento alternative rispetto alle risorse dell'Ente. Progetti la cui interruzione o cessazione costituirebbe una perdita di valore notevole sia per il nostro Ente che per l'intero territorio storico di riferimento'' conclude il documento.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio