Giovedì, 13 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

Laura Vigni: ''Come farò le nomine nella nuova Deputazione generale della Fondazione Mps''

Bookmark and Share
Laura-Vigni450v"Uno dei primi compiti del nuovo Sindaco sarà quello di procedere alla nomina dei rappresentanti del Comune nella nuova Deputazione Generale della Fondazione MPS, indipendentemente dall’esito della discussione in corso sul cambiamento dello Statuto della Fondazione stessa". Così la candidata a sindaco di Siena, Laura Vigni, illustra i criteri che, se sarà eletta, seguirà per le nomine della Deputazione Generale della Fondazione.

"Le recenti prese di posizione del Presidente MPS Alessandro Profumo - prosegue Vigni - confermano tutte le preoccupazioni che avevamo espresso al momento della sua nomina: è in atto non solo un’azione per ridurre la presenza della Fondazione nella compagine della banca, ma sono già avviate le manovre per portare decisamente il Monte dei Paschi in mano al capitale privato.

Ciò rende fondamentale che la nuova dirigenza della Fondazione sia fatta da persone qualificate e decise a difendere fino in fondo i diritti della città, sia per salvaguardare il residuo patrimonio della fondazione stessa, sia per affermare nel modo più esteso possibile il peso nella gestione della banca.
   
I criteri a cui mi atterrò una volta eletta Sindaco sono i seguenti:

- Non intendo esercitare in via esclusiva e personale il potere di nomina affidato dallo Statuto della Fondazione e del Comune alla persona del Sindaco;
- Sebbene lo statuto attuale come anche la bozza in discussione non contenga che poche cause di incompatibilità che riguardino soggetti che abbiano cariche pubbliche, non intendo nominare persone che abbiano avuto negli ultimi cinque anni incarichi di Sindaco, assessore o dirigente nei comuni della provincia, nella Provincia stessa e nella Regione Toscana, nonché incarichi apicali nei partiti politici. Considero infatti che la commistione perversa fra politica e gestione della Fondazione e, peggio ancora, della banca, sia all’origine dei problemi di entrambe le istituzioni.
- I nuovi membri della Deputazione Generale saranno rappresentativi degli organi elettivi e della società civile, nel rispetto di quel legame profondo  che nel corso della storia è stato costruito tra la comunità senese e la banca Monte dei Paschi.
Intendo procedere alla selezione delle candidature con bandi pubblici che prevedano la possibilità di presentare candidature da parte di singoli cittadini, consiglieri comunali, forze politiche, enti pubblici e privati, associazioni, circoli, organizzazioni sindacali ed in genere tutte le strutture organizzate della società civile. Tutte le proposte dovranno contenere il curriculum, le competenze, le esperienze e le caratteristiche personali che motivano la candidatura.
- Mi impegno a rendere pubblico l’elenco dei candidati ed a presentarlo direttamente al Consiglio Comunale che esprimerà il proprio parere attraverso un metodo di votazione che garantisca la rappresentanza anche delle minoranze. Ciò eviterà di ricorrere ancora ad accordi segreti, papelli o inciuci come quelli che si sono avuti nel recente passato, e consentirà di rispettare alla luce del sole il diritto di ogni formazione presente in consiglio comunale di far valere il suo peso, in relazione al numero dei propri consiglieri.
- La nomina, che con le norme vigenti deve essere fatta obbligatoriamente dal Sindaco, verrà da me effettuata rispettando rigorosamente l’esito della votazione del Consiglio Comunale, con la sola avvertenza che andrà comunque rispettato il principio che almeno un terzo dei nominati dovrà essere costituito da rappresentanti di un sesso diverso dai restanti due terzi e quindi in questo senso potranno – se necessario - essere modificati i risultati della votazione.
- Questa procedura risolve anche la questione oggi aperta di una maggiore presenza nella deputazione generale della cosiddetta “società civile”, che il processo di revisione dello statuto attuale non sembra in grado di risolvere in modo soddisfacente.
- In ogni caso mi impegno a vincolare le nomine ad una mandato preciso per un successivo cambiamento dello statuto secondo gli indirizzi che sono stati indicati nel documento dei Circoli Città Domani, Peppino Impastato e Viro Avanzati, presentato alla cittadinanza lo scorso novembre 2012".
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio