Giovedì, 28 maggio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

Monte dei Paschi, il Gip dice no al sequestro Nomura

Bookmark and Share
tribunaledisiena450Il gip di Siena Ugo Bellini non ha convalidato il decreto d'urgenza di sequestro di denaro a Nomura e agli ex vertici di Mps Giuseppe Mussari (presidente), Antonio Vigni (direttore generale) e Gianluca Baldassarri (responsabile area finanza) in primo luogo per ragioni procedurali: non ha, infatti, ravvisato ragioni d'urgenza, dal momento che il contratto per la ristrutturazione del derivato Alexandria era in essere già dal 2008. Il gip ha inoltre, espresso perplessità sui reati di usura e truffa contestati a alcuni indagati.
 
Il gip, in particolare, non ha condiviso le argomentazioni dei pm riguardo al reato di usura contrattuale, dal momento che - sostiene - quando fu stipulato tra Mps e Nomura Europa il contratto Alexandria la banca senese non si trovava in condizioni finanziarie tali da far ipotizzare che Nomura ne abbia approfittato in termini usurari.
 
Anche sull'ipotesi di truffa aggravata le argomentazioni del gip divergono da quelle dei pm: se truffa vi fu da parte degli ex vertici dell'istituto senese - è il ragionamento del giudice - essa fu nei confronti della Banca d'Italia, che se fosse stata al corrente delle esatte modalità di ristrutturazione del derivato Alexandria probabilmente non l'avrebbe autorizzata.
 
Ma - sempre secondo il gip - non vi furono artifici e raggiri nei riguardi degli organi interni di Mps, i quali, per quanto non ebbero modo di vedere il contratto, ebbero tuttavia contezza dell'operazione che si andava profilando, esprimendo un diniego, del quale, peraltro, i vertici dell'istituto non tennero conto.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio