Mercoledì, 24 luglio 2019
Banner
Banner
SIENA

Siena, Marignani: ''Pdl all’interno di una coalizione variegata e composita per far voltare pagina alla città''

Bookmark and Share
pdl-berlusconi250“Il governo Letta-Alfano ha ricevuto la fiducia. Pd-Pdl insieme al governo per ricontrattare con l’Europa, rilanciare economia e lavoro, ridurre le tasse a partire dall’Imu. Si aprono una nuova fase di riforme e anche l'avvio di una pacificazione sociale”. Si apre così l'analisi di Claudio Marignani, coordinatore provinciale e consigliere regionale del Pdl, dopo la fiducia e l'illustrazione delle priorità dell'azione del nuovo governo a partire dalla sospensione della rata dell'Imu in scadenza a giugno.

L'analisi di Marignani tocca l'aspetto nazionale ma anche quello locale perché di una nuova fase politica “il Paese tutto ha bisogno” e “lo stesso vale anche per Siena. In epoca non sospetta il Pdl senese – argomenta il coordinatore provinciale del partito - ha affermato come il declino delle istituzioni senesi imponesse una riflessione e un’iniziativa perché tutti i cittadini di buona volontà, senza guardare alla loro provenienza politica, superando le divisioni del passato, si trovassero intorno ad un progetto di rilancio della città per puntare al futuro, mettendo le migliori professionalità al servizio di Siena”.

“Questo nostro spirito oggi lo ritroviamo in ciò che sta avvenendo a Roma nel Parlamento, tra i principali partiti. A Siena invece questo spirito ha preso prima la strada del passo indietro del Pdl, e poi quello dell’appoggio convinto alla lista civica “Moderati di Centrodestra per Siena – Sena Civitas” che si è collocata all’interno di una coalizione variegata e composita, animata dalla tangibile volontà di far voltare pagina alla città. Un obiettivo raccolto con forza da Eugenio Neri candidato a sindaco che ne sintetizza, per cultura, storia, autonomia decisionale, tutte le potenzialità innovative”.

"Altro aspetto fondamentale, conclude Marignani, è la necessità di gestire, passata la tornata elettorale, la fase di emergenza senese. Un dato è certo: le responsabilità politiche sono ascrivibili a chi ha governato ininterrottamente, ma chiunque vinca deve trovare nella città sostegno e ragionevolezza. Nessuno potrà riportare Siena ai fasti di pochi anni fa e nessuno potrà illudere nessuno sul fatto che alcune istituzioni importanti ormai abbiano un destino tracciato che le allontanerà almeno parzialmente dal territorio. Per questo, fattori determinanti nella capacità di gestione dovranno essere il recidere i vecchi legami che hanno imbrigliato e pervaso politicamente ogni ambito cittadino; la compattezza della coalizione vincente data dalla volontà di cambiamento e non da logiche di potere".
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

archivio