Sabato, 28 novembre 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SPORT

Virtus Siena: scade il contratto con lo sponsor, a rischio l'attività della società

Bookmark and Share
VirtusSiena200Si è svolta questa mattina alle 12 al palazzetto Virtus di Piazzetta Don Perucatti la conferenza stampa del Presidente Bruttini, che martedì sera nell’assemblea dei soci è stato eletto per il nono mandato consecutivo, e del direttore sportivo Bianchi. I massimi dirigenti rossoblù hanno fatto il bilancio della magnifica stagione appena trascorsa ed affrontato l’argomento relativo al futuro, che al momento non vede alcuna certezza.

Fabio Bruttini (Presidente): “Martedì ci sono state le elezioni e per la nona volta consecutiva sono stato eletto presidente, una carica che ricopro ormai dal 1989. Anche il nuovo consiglio è nel segno della continuità visto che i membri sono praticamente gli stessi di quelli uscenti. Venendo alla stagione appena trascorsa, veniamo da un’annata ottima, forse una delle migliori di questi 24 anni di presidenza. Abbiamo vinto coppe Italia, scudetti giovanili, ottenuto promozioni, ma quest’anno, anche per il budget a disposizione, non abbiamo fatto un miracolo, ma certamente una grandissima cosa. In DNB siamo partiti con una squadra giovanissima. Nel girone di andata abbiamo patito le pene dell’inferno, mentre nel ritorno ci siamo trasformati vincendo 12 partite su 15. Siamo passati dal penultimo al settimo posto, ottenendo i playoff, nei quali abbiamo battuto Empoli e perso contro Firenze, una squadra con un budget forse 5 volte superiore al nostro. Inoltre c’è stata la grande crescita dei giovani, saliti di livello durante la stagione. Per quanto riguarda le giovanili è andata bene su tutta linea, a partire dalle squadre regionali, con gli Under 19 arrivati alle Final-four. Abbiamo piazzato 3 formazioni eccellenza alle finali nazionali e non so se altre società in Italia sono riuscite a fare come noi. Siamo arrivati ai quarti con l’Under 19, in finale con l’Under 17 dopo un cammino eccezionale ed in maniera sorprendente, visto che tutti ci davano per uscenti al primo turno. Resta un po’ di rammarico per come è andata la finale perché potevamo anche portarla a casa. Adesso abbiamo gli Under 14 a metà luglio a Bormio. Speriamo di far bene e prenderci qualche soddisfazione. Tutto questo per quanto riguarda il passato recente, invece parlare adesso del futuro è un’utopia. Come a molte altre società senesi, il 30 giugno ci scadrà il contratto di sponsorizzazione con Consum.it, la Banca Monte dei Paschi ci ha comunicato che al momento non intende rinnovare il rapporto di collaborazione e per questo motivo ci troviamo senza sponsor. Questo vuol dire che la Virtus rischia di non fare attività. Per fare un settore giovanile ed una prima squadra di buon livello occorrono le risorse e noi non ce le abbiamo. Non siamo qui a piangere, ma solo a raccontare la reale situazione. Stiamo aspettando un incontro con la nuova amministrazione comunale ed in particolare con il Sindaco Valentini, per esporre questa situazione perché pensiamo che una società come la Virtus, che dopo la Mens Sana e il Siena Calcio è la terza società senese in ordine di importanza, debba essere ascoltata. Il momento è difficile per tutti. Noi dobbiamo trovare una soluzione per continuare. Il 9 luglio scadrà l’iscrizione al campionato di DNB. Si tratta di una scadenza importante, ma non è l’unica perché il rischio è per tutta l’attività della società, che a livello giovanile, negli ultimi anni in Italia è stata forse la migliore. Quando noi abbiamo aperto la foresteria, infatti, nessuno lo faceva e gli altri ci sono venuti dietro. Dovremmo avere un po’ di rispetto e di aiuto perché nei 24 anni della mia presidenza, mai nessuno ha avanzato prima una lira e adesso un euro. Questo credo sia un merito per una società come la nostra che penso meriti di essere aiutata. Vediamo l’evolversi della situazione nei prossimi 10 giorni e poi vedremo il da farsi anche se devo dire che ad oggi le prospettive sono pari a 0 e potremmo anche essere costretti a chiudere”.

Egidio Bianchi (direttore sportivo): “Stiamo tentando tutte le strade possibili, sia sul territorio che fuori. E’ chiaro che è difficile per aziende che vengono da fuori venire a investire a Siena. Speriamo che il territorio ci possa dare una mano, perché su queste basi ci troveremmo in difficoltà rischiando di non fare l’attività. Stiamo lavorando anche su ipotesi di riserva, con un cosiddetto piano B, ma adesso tutte le ipotesi sono difficili da perseguire. Il quadro che ha fatto il Presidente rispecchia la reale situazione della società. Non vorremmo arrivare a ridosso dell’iscrizione e dire che non possiamo andare avanti, ci piacerebbe capire le reali possibilità di portare avanti progetto anche sul settore giovanile. Per questo è molto importante che ci possa essere presto qualche schiarita che possa dare seguito ai progetti impostati nel tempo e che hanno portato ai risultati che abbiamo elencato in precedenza. Abbiamo qualche rapporto avviato con alcune banche del territorio, qualsiasi tipo di rapporto per aumentare le risorse è benvenuto. Abbiamo diversi settori (minibasket, settore giovanile e prima squadra ndr)per abbinare più marchi e la possibilità di non creare situazioni di concorrenza. Chiaro che aldilà delle aziende bancarie, siamo ben lieti di accogliere anche altri tipi di aziende interessate a promuovere il marchio, attraverso un’attività come la nostra che porta avanti il progetto giovani e la qualità, aspetti importanti per chi vuole proporre e promuovere il proprio marchio”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

ESTRA NOTIZIE

VALDICHIANA VILLAGE - dolce Vita

sienafreewhatsapp300X200
fotostudio siena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio