Sabato, 28 novembre 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Casa San Giuseppe: taglio del nastro per i nuovi spazi per ospiti non autosufficienti

Bookmark and Share
Giovedì 27 giugno l’inaugurazione dei 14 nuovi posti letto e la visita della struttura

casasangiuseppe-tagliodelnastro650Taglio del nastro ieri, giovedì 27 giugno per i nuovi spazi della Casa San Giuseppe - struttura per la terza età in via Martiri della Libertà 15, a Colle di Val d’Elsa - che ospiteranno persone non autosufficienti, mettendo a disposizione 14 posti letto accanto ai 35 già disponibili per ospiti autosufficienti. All’appuntamento hanno partecipato autorità civili e religiose, in rappresentanza della città colligiana e della Valdelsa, mentre il taglio del nastro è stato effettuato da uno degli ospiti della struttura, Franco Franchi. Tra le autorità presenti, Mauro Lenzi, assessore alle politiche sociali di Colle di Val d’Elsa; Silvano Becattelli, assessore del Comune di Poggibonsi; Piero Pii, sindaco di Casole d’Elsa; Marco Spinelli, consigliere regionale e Rossano Mancusi, responsabile della segreteria dell’assessore per il diritto alla salute della Regione Toscana, Luigi Marroni, accanto ad altri rappresentanti istituzionali e delle forze dell’ordine.

Casa San Giuseppe è stata aperta nel gennaio 2012 da una società privata composta da tre famiglie colligiane - Corsoni, Maccianti e Rossinelli - che hanno promosso il recupero e la riqualificazione della struttura esistente, l’Istituto religioso San Giuseppe, valorizzando la storia di assistenza e servizi alla persona che, dal 1959 ai giorni nostri, ha caratterizzato questo edificio. Negli anni, la struttura ha ospitato, prima, un educandato femminile e, poi, una casa di riposo per donne anziane, nel rispetto della missione dell'ordine della Congregazione Figlie del Crocifisso, arrivate a Colle di Val d'Elsa nei primi anni del Novecento. Negli anni ’70, alcuni spazi furono concessi ai Salesiani per ospitare la scuola dell'infanzia. Nel 2008, a causa della mancanza di nuove vocazioni, le Suore della Congregazione Figlie del Crocifisso decisero di chiudere la struttura di accoglienza per anziani e la scuola dell'infanzia fu trasferita a La Badia, in spazi adiacenti alla chiesa, dove svolge ancora oggi la propria attività. Oggi la struttura, ben integrata nel tessuto sociale cittadino, è gestita con il supporto delle Suore Francescane del Cuore Immacolato di Maria, con casa madre in India.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

ESTRA NOTIZIE

VALDICHIANA VILLAGE - dolce Vita

sienafreewhatsapp300X200
fotostudio siena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio