Giovedì, 6 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
LAVORO-FORMAZIONE

Il senese Gianluca Cavicchioli eletto vice coordinatore dei Comitati Consultivi Provinciali INAIL della Toscana

Bookmark and Share
In primo piano la politica della “concretezza”
Una importante carica regionale attraverso la quale intende trattare temi caldi come incentivi alle imprese e sicurezza sul lavoro in settori come le costruzioni e l’agricoltura

GianlucaCavicchioliIn primo piano la politica della “concretezza”. Ecco la parola chiave del nuovo mandato del senese Gianluca Cavicchioli, eletto vice coordinatore del Comitato Consultivo Regionale Inail. Una importante carica di responsabilità che gli è stata appena affidata dal Coordinamento Regionale dei Comitati Consultivi Provinciali della Toscana, riunitosi di recente a Firenze.

Nella seduta Gianluca Cavicchioli è stato scelto all'unanimità dai presenti, visto il curriculum e l’esperienza che lo contraddistingue in questo campo.

«Si devono ottimizzare al massimo, idee, risorse e collegialità – spiega Gianluca Cavicchioli - affinché si possano dare poche ma certe risposte al mondo produttivo. Dobbiamo evitare, assolutamente, le frasi di rito e di circostanza occorre solo “fare”, ed i nostri intendimenti dovranno essere scevri da posizioni di parte, congetture e ragionamenti figli di un sistema che, il quotidiano, ci dice essere non più rispondente alle conosciute necessità».

Incentivi e agevolazioni alle imprese in un momento di crisi profonda come quello che si sta attraversando e incremento della sicurezza sul lavoro sono due binari su cui tutti devono camminare uniti. «Ben sappiamo che l'inversione di tendenza – aggiunge Cavicchioli - ci sarà solo e soltanto quando arriveranno le commesse, quando l'economia vera si rimetterà in moto ed allora ci saranno vere opportunità di lavoro. Per decreto non si crea occupazione ne si incrementa il fatturato, si possono tuttavia fare tante altre cose: agevolare chi ha voglia di fare, chi ha idee, chi vuol migliorare il lavoro e le sue condizioni».

In fatto di sicurezza sul lavoro sottolinea: «la prevenzione vera non è quella degli opuscoli o dei corsi fatti per “prendere” il relativo attestato, ma deve essere un gene del nostro Dna che ci induce ad un comportamento spontaneo e costante. Dobbiamo “sentire” la vicinanza delle aziende e dei lavoratori non solo come principali, ma anche come unici veri nostri interlocutori».

Cavicchioli rappresenta in seno al Comitato Consultivo Provinciale Inail senese la Confagricoltura. Organizzazione nella quale è approdato nel 1992 occupandosi nel corso degli anni di varie tematiche, tra cui la previdenza e le relazioni sindacali. Dal 2002 è presente nel Comitato Provinciale INPS di Siena. Dopo l’esperienza prettamente senese, adesso l’impegno di Cavicchioli si conferma a trecentosessanta gradi in tutta la regione.

Cosa fanno e l’importanza dei Comitati Consultivi Provinciali Inail. Possono formulare proposte per rendere i servizi dell'Istituto aderenti alle esigenze locali e per coordinare, l'attività delle sedi periferiche dell'Istituto con quella dei vari enti operanti nel settore della assistenza sanitaria e dell'assistenza sociale. Esprimono pareri in materia di formazione e sicurezza sui luoghi di lavoro. Studiano l'andamento del fenomeno infortunistico e delle malattie professionali per eventuali segnalazioni e proposte agli organi operanti nel campo della prevenzione degli infortuni e dell'igiene del lavoro.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio