Martedì, 19 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Anche le donne nei tini per la contesa dell’Uva Pesta. ''Vogliamo che sia una festa per tutti''

Bookmark and Share
Sabato mattina, durante la riunione del collegio dei capitani, è stato deciso che anche le donne potranno far parte della contesa dell’UvaPesta

uvapesta-hilda1“Vogliamo che sia una festa per tutti, che unisca tuti i partecipanti in un sano spirito di squadra senza nessuna diversità. Non vogliamo dare l’immagine di una manifestazione machista, fatta di forza e muscoli, ma vogliamo lanciare un messaggio di ampia e completa  partecipazione. Tutto questo anche alla luce del rispetto della tradizione che vedeva in origine le donne e i bambini a pestare l’uva nei tini”

Queste le dichiarazioni del comitato organizzativo che ha precisato le modalità della presenza femminile: “Le rappresentanti femminili, saranno elemento determinante nella gara di pestatura dell’uva, in quanto il loro intervento sarà disposto proprio agli ultimi 150 secondi di ogni gara. Potrebbe essere pertanto la capacità femminile a segnare il risultato della sfida tra le rappresentanze di Gambassi Terme, Poggibonsi, Tavarnelle Val di Pesa e Ulignano San Gimignano.

Una gara sino all’ultima ciocca, fino all’ultima ciocca dove una quindicina di aitanti  donzelle, unitamente ad una trentina di componenti maschili, scenderanno nella storica piazza Roma per lanciarsi la sfida nei vecchi tini, nel pomeriggio di domenica 3 novembre a Gambassi Terme”.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio