Domenica, 15 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SIENA

Siena, presentata interrogazione urgente sulla chiusura del piazzale davanti al Pronto Soccorso

Bookmark and Share
consigliocomunale-insediamento2013Sulla recente impossibilità di parcheggiare nel piazzale antistante il nuovo Pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria alle Scotte e il conseguente disagio creatosi, anche per la carente e troppo tardiva informazione data al personale dell’AOUS, i consiglieri Eugenio Neri e Giuseppe Giordano (Siena Rinasce), Enrico Tucci (Cittadini di Siena), Laura Sabatini e Alessandro Trapassi (Siena Cambia) hanno chiesto se l’Amministrazione fosse in possesso di ulteriori informazioni; se l’unica soluzione sia quella, come pubblicato sulla stampa, di proporre ai dipendenti dell’Azienda di parcheggiare alla Stazione a due euro al giorno (con abbonamento 25 euro al mese e 250 all’anno) e raggiungere l’ospedale utilizzando gratuitamente gli autobus, e, soprattutto come il Comune voglia affrontare la risoluzione del problema.

Il divieto,  in vigore dallo scorso 28 ottobre, è scattato a causa di una sentenza del Tribunale di Siena che obbliga l’Azienda Ospedaliera alla restituzione del terreno alla società proprietaria, che non ha recepito proposte di locazione o acquisto. L’assessore all’Urbanistica, Stefano Maggi, ha informato che il Comune è stato interessato della situazione solo un mese fa, anche se la causa andava avanti da tempo. "Purtroppo il Comune non ha potere in questa situazione, così come il Prefetto. Abbiamo fatto anche dei sopralluoghi per monitorare la situazione e ipotizzare situazioni “ponte”, ma non è facile".

"Comprendo – ha proseguito Maggi – che la possibilità ipotizzata con il posteggio alla Stazione non sia ottimale, purtroppo però, a Siena, come in altre città, siamo di fronte a un troppo elevato numero di auto raffrontato alle reali possibilità di parcheggio, quindi è sempre più necessario pensare ad una diversa mobilità. Più mezzi pubblici e meno autovetture".

Neri, pur condividendo alcune considerazioni fatte da Maggi ha, però, sottolineato "come un ospedale non possa essere considerato un luogo qualsiasi, sia per chi lo fruisce, sia, in modo particolare, per chi vi lavora per gli orari tutt’altro che rigidi che medici e operatori sono chiamati a fare". "Esigenze di lavoro alle quali, in tutte le strutture sanitarie che ho visitato hanno risposto con la realizzazione di grandi aree di sosta". Concorde con Neri anche il consigliere Tucci che ha ribadito come l’amministrazione "Sottovaluti il problema, soprattutto in prospettiva dell’aumento di utenza, che, sempre più, si registrerà in futuro all’ospedale". E per questo Tucci, oltre a un parcheggio con tariffe ridotte per i dipendenti, ha segnalato, al posto dell’autobus, la necessità di un servizio navetta. Sulla stessa sintonia la consigliera Sabatini che ha richiamato l’attenzione affinché "in tempi brevi, e collegialmente, sia trovata una soluzione ad una criticità che deve essere risolta".
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio