Domenica, 17 novembre 2019
Banner
Banner
SIENA

Giordano: ''Salario accessorio, il Comune vada avanti in modo trasparente''

Bookmark and Share
Giuseppe Giordano (Siena Rinasce) interviene sul dibattito in consiglio comunale

GiuseppeGiordano“Sulla questione del salario accessorio non ci dovranno essere in futuro colpi di mano da parte del Comune ma un confronto costante tra l'amministrazione, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dei lavoratori”. E' questa la considerazione di Giuseppe Giordano, consigliere comunale di Siena Rinasce, che oggi ha portato il caso della messa in mora dei dipendenti nell'aula consiliare attraverso un'interrogazione.

Alle domande del consigliere ha risposto l'assessore Balani “assicurando che le somme recuperate saranno accantonate come residuo 2012 perché l'amministrazione comunale intende presentare una memoria scritta con l'intento di erogare le somme ora recuperate". Ho preso spunto da quest'ultimo passaggio – spiega Giordano - per evidenziare come queste dichiarazioni lascino trasparire un certo ottimismo dell'amministrazione sulla possibilità di erogare in un futuro, spero prossimo, le cifre accantonate. E per questo – prosegue - ho invitato l'assessore ad un confronto costante sull'argomento con le organizzazioni sindacali e i rappresentanti dei lavoratori, invito che potrebbe sembrare scontato, ma che per me non lo è affatto”.

Non solo, “mi sarei augurato dall'amministrazione – aggiunge Giordano -, ove possibile, delle forme diverse di gestione del problema quali ad esempio la compensazione delle somme da erogare con le future assegnazioni ma su un punto così importante, contenuto nell'interrogazione, non è stata fornita alcuna spiegazione dall'assessore”.

Da parte del consigliere comunale arriva infine un impegno preciso: “In tutta questa vicenda, dall'ispezione del Mef alla messa in mora dei dipendenti, si sono avute informazioni solo a colpi di scoop giornalistici, una mancanza di trasparenza da parte del Comune che non accetteremo in futuro e da parte nostra vigileremo affinché l'amministrazione rispetti le promesse fatte nell'aula consiliare”, conclude Giordano.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio