Sabato, 16 novembre 2019
Banner
Banner
SIENA

Tucci e Vigni: ''Sulla Fondazione è necessaria la massima chiarezza senza illudere i cittadini''

Bookmark and Share
palazzosansedoni450web"Oggi in consiglio comunale abbiamo assistito ad una scadente recita da parte della maggioranza, e non solo, purtroppo con oggetto un argomento molto serio, il destino della Fondazione Mps". Così un comunicato congiunto dei consiglieri comunali Enrico Tucci (Cittadini di Siena) e Laura Vigni (Sinistra per Siena).

"Si è parlato in Comune di linee di indirizzo da dare alla Fondazione quando ormai tutti i giochi sono fatti in quanto la Deputazione Amministratrice ha già licenziato sia il piano di programmazione pluriennale, sia, questa mattina stessa, quello per il prossimo anno. La mozione presentata dalla maggioranza, così come alcuni ordini del giorno, chiedono di fatto l'impossibile: tutelare e mettere in sicurezza il patrimonio della Fondazione e nel contempo farle mantenere un ruolo strategico nella Banca. Una vera e propria mission impossible in uno scenario nel quale la quota azionaria detenuta dalla Fondazione MPS è destinata, in virtù soprattutto dell'imminente aumento di capitale di 3 miliardi, a ridursi drasticamente. Né la mozione, né gli ordini del giorno hanno fatto menzione di responsabilità politiche, seppure evidenti.

Da parte nostra, nell'ambito della ricerca di trasparenza che ci contraddistingue, abbiamo formulato un ordine del giorno che, nel richiamare le responsabilità del sistema Siena nel disastro di Banca e Fondazione, chiede opportune modifiche di statuto per ribadire il legame con la comunità, una drastica riduzione dei compensi di amministratori e dirigenti, la tutela del residuo esiguo patrimonio perché la Fondazione possa tornare alla sua attività propria, di sostegno alla comunità senese".
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio