Sabato, 8 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
AGROALIMENTARE-ENOGASTRONOMIA

Olio Dop Terre di Siena: ottima qualità, buona quantità ma scarse rese

Bookmark and Share
Proseguono le iniziative del Consorzio Fitosanitario senese per la promozione dell’olio d’oliva
Il presidente del Consorzio Bardi: “Lavoriamo sulla promozione per far capire la qualità ai consumatori”

olio_tour-montepulciano“Ottima qualità, per chi ha raccolto le olive entro il 20 novembre (data di inizio delle gelate notturne) e quantità buona con rese medie però scarse (circa 11 kg di olio ogni 100 kg di olive). L’olio extravergine d’oliva ha un sapore più dolce e delicato rispetto al ‘consueto’ amaro-piccante dell’olio della provincia senese”.

Lo sottolinea il presidente del Consorzio olio Dop Terre di Siena Franco Bardi in occasione della visita del Consorzio Volontario Fitosanitario di Siena che ha portato alcuni giornalisti specializzati ed esperti del settore, nell’ambito del Progetto integrato di filiera (Pif) realizzato con il PSR della Regione Toscana, che ha coinvolto oltre 50 imprese olivicole della provincia di Siena e i frantoi sociali di Cetona, Castiglione d’Orcia e Montepulciano.

Bardi ha precisato l’impegno del Consorzio per la promozione: “Il consumatore deve capire la qualità del nostro olio Dop – afferma Bardi –, una qualità che vuol dire origine certa, certificazione, controlli e grande attenzione in ogni passaggio di produzione”. Il prezzo di un olio Dop Terre di Siena in azienda, vendita diretta, è di circa 7,50 € per mezzo litro e in negozio 15-16 euro/mezzo litro, “in Giappone per esempio – dice Bardi – questo olio si vende anche a 50 € (sempre per la confezione da mezzo litro) perché a differenza del mercato interno la qualità è apprezzata e richiesta. Il mio consiglio – conclude Bardi – è di ricercare anche nell’olio extravergine la massima qualità, visto che ne siamo produttori e che è un alimento che fa anche bene alla salute se consumato come condimento”.

L’extravergine di Montepulciano. Il Frantoio di Montepulciano conta 650 soci, ma ha annualmente fra i 900 e 1000 clienti, per una produzione compresa fra i 12 e i 15mila quintali; e per l’annata 2013 che si avvia alla conclusione si prevede un quantitativo di 13mila quintali e mezzo. “Il nostro obiettivo – sottolinea Avisiano Maccari, presidente del Frantoio sociale – è di portare i soci sempre più verso la qualità, che è già molto elevata. Insomma Montepulciano non ha solo il Vino Nobile, una grande eccellenza di questo territorio, ma anche un grande olio extravergine d’oliva, certificato Dop Terre di Siena, Igp Toscano e biologico”. Dopo una visita al frantoio poliziano la delegazione degli esperti dell’olio – guidati dal dott. agronomo Marco Castellani, direttore del Consorzio Volontario Fitosanitario – ha incontrato i produttori di olio Dop Terre di Siena e Igp Toscano della zona per un confronto tecnico di degustazione nella sale del Palazzo del Capitano.

Domani a Castiglione d’Orcia. Le iniziative del Consorzio Fitosanitario proseguono domani, sabato 30 novembre, con la visita al frantoio di Castiglione d’Orcia per conoscere le produzioni olivicole di qualità del territorio valdorciano.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio