Sabato, 28 marzo 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Poggibonsi accoglie Ciocco, ambasciatore dei bambini

Bookmark and Share
Oggi, 20 dicembre,nei locali della biblioteca, lo scoiattolo di peluche frutto di un progetto pedagogico della scuola primaria, ha indossato il gagliardetto della città. Inaugurato ‘lo scaffale di Ciocco’
Cortecci: “E’ il nostro modo per riconoscere l’alto valore pedagogico e interculturale del progetto formativo portato avanti nella scuola. Un progetto che si fonda su valori di apertura, di amicizia, di pace che appartiene alla nostra città che è orgogliosamente ‘Città educativa”

ciocco-scaffale650Ciocco, lo scoiattolo di peluche ambasciatore di pace e amico dei bambini, è entrato ‘ufficialmente’ a far parte della comunità poggibonsese. Questa mattina, 20 dicembre, presso i locali della biblioteca comunale, si è svolta la cerimonia a lui dedicata. Presenti i bambini e le bambine della scuola primaria (II A Vittorio Veneto), genitori e nonni, l’insegnante Anna Frau che ha seguito il progetto pedagogico, la dirigente dell’Istituto Comprensivo I Manuela Becattelli, gli insegnanti, l’assessore alle Politiche Educative del Comune Serena Cortecci.

A Ciocco è stato consegnato il gagliardetto della Città di Poggibonsi ed a lui è stata dedicata una apposita sezione della biblioteca, chiamata “Lo scaffale di Ciocco”.

“In tal modo – ha detto Cortecci - l’Amministrazione intende riconoscere l’alto valore pedagogico e interculturale del progetto formativo portato avanti nella scuola. Un progetto che si fonda su valori di apertura, di amicizia, di pace che appartengono alla nostra città che è orgogliosamente ‘Città Educativa’. Ringraziamo di cuore la scuola, l’insegnante Anna Frau che ha seguito il progetto, i bambini e le bambine che hanno fatto diventare Ciocco un autentico ambasciatore di pace nel mondo. Un bel messaggio che oggi facciamo nostro e che speriamo prosegua attraverso lo scaffale dedicato a Ciocco”.

La mattinata è iniziata con i bambini e le bambine che hanno portato Ciocco in biblioteca dove è stato proiettato un documentario che racconta l’arrivo di Ciocco nella classe, tanti momenti di vita insieme, ma anche la partenza di Ciocco per i suoi viaggi nel mondo e i racconti di Poggibonsi fatti attraverso Ciocco. E’ stata Anna Frau ad illustrare le varie fasi del progetto. Successivamente Ciocco ha indossato il gagliardetto della Città di Poggibonsi ed è stato inaugurato, tramite un libro dedicato all’amicizia che vince sulla diversità, ‘lo scaffale di Ciocco’, un reparto della biblioteca dedicato ai bambini che raccoglie le esperienze ed i libri utili e significativi dei viaggi fatti dallo scoiattolo.

ciocco-gruppo650Chi è Ciocco

E’ uno scoiattolo di peluche che i piccoli della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi hanno adottato nelle loro classi ed è un “viaggiatore”. La sua presenza nella scuola mirava inizialmente a creare le condizioni per far apprendere in modo attivo e coinvolgente la lingua inglese attraverso i suoi viaggi. Successivamente Ciocco è diventato parte integrante della comunità scolastica e non solo, sollecitando i bambini a misurarsi sugli aspetti riguardanti la condivisione e la gestione collettiva di un bene comune diventando lui stesso un “laboratorio permanente di educazione alla cittadinanza: affettività, empatia, capacità di mediazione e competenze sociali”. I piccoli si prendono cura a turno del pupazzo e tramite di lui riescono a raccontare la loro realtà fuori dalle mura scolastiche, comprese le differenze culturali proprie di una scuola multiculturale, con famiglie provenienti da altri Paesi. Grazie a Ciocco infatti i bambini sono stati stimolati ad esprimere e condividere le proprie emozioni, i loro diversi bisogni e punti di vista per poi arrivare ad una narrazione collettiva che ne sintetizzasse il sentire comune. Ma il cammino di Ciocco resta anche quello di un viaggiatore del mondo, le sue orme conducono in altri paesi per far conoscere ai bambini della scuola aspetti significativi quali: il cibo, le festività, la natura, l’arte e altro ancora, oltre a dar loro l’opportunità di esprimersi in una lingua diversa. Con la presenza di Ciocco si sono create le condizioni ottimali per una mediazione fra culture e generi diversi con l’obiettivo di favorire il superamento di diffidenze e pregiudizi nelle relazioni, partendo dalla propria comunità scolastica e aprendosi ad orizzonti più ampi come quelli già esplorati in occasione dell’ultimo “viaggio” di Ciocco in una scuola inglese nella città di Oxford.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200

Viaggi nel Mondo - Itinerario di viaggio in Marocco: le città imperiali ed il deserto

Marocco300
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio