Martedì, 11 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

BMPS, ricerca ed analisi: Weekly Economic Outlook del 23 dicembre 2013

Bookmark and Share
Il Weekly Economic Outlook elaborato dal Servizio Market Strategy - MPS Capital Services e dal Servizio Research - Banca Monte dei Paschi di Siena

montedeipaschidisiena-portone300Economia reale: negli Usa il Pil nel III trimestre dell’anno balza al 4,1% t/t annualizzato in terza lettura; il FOMC decide così di ridurre di 10Mld di dollari gli acquisti mensili di asset, abbassandoli da 85 a 75Mld a partire da gennaio, ma sottolinea che comunque le modalità di prosecuzione del tapering restano flessibili e dipenderanno dai dati sull'occupazione e sull'inflazione. La Fed conferma i tassi di interesse fra lo 0 e lo 0,25%, su livelli che resteranno eccezionalmente bassi fino a che la disoccupazione non scenderà al di sotto del 6,5%. Inoltre, secondo le nuove stime della Fed, il Pil Usa nel 2013 salirà tra il 2,2% e il 2,3%. Intanto l’inflazione americana a novembre avanza all’1,2% a/a. In Area Euro lo Zew a dicembre balza a 68,3 punti, mentre si conferma allo 0,9% a/a l’inflazione di novembre. Raffredda leggermente l’Ifo tedesco (a 111,6 p. a dicembre dai precedenti 112,2). In Italia tornano ad arretrare su base congiunturale gli ordini industriali (-2,5% a ottobre); ancora negative le vendite al dettaglio (-1,6% a/a ad ottobre).

Tassi di interesse: negli Usa, tassi in rialzo sia sulla parte a breve della curva che su quella a lunga, con il decennale che ha superato la soglia del 2,9% (sui massimi da oltre tre mesi) sulla scia della decisione della Fed di iniziare il cosiddetto tapering. Anche in area Euro, si è assistito ad un rialzo dei tassi d’interesse a lunga scadenza, con lo spread Italia-Germania in calo sotto i 225 pb per la prima volta da luglio 2011.

Valute: settimana positiva per il dollaro dopo la decisione della Fed di iniziare a ridurre gradualmente il piano di acquisti asset. Il cambio €/$ è così tornato ad oscillare intorno alla soglia di 1,365 per la prima volta dopo due settimane. Lo yen è risultata ancora una delle peggiori valute tra quelle principali (su nuovi minimi da 5 anni sia vs € che $). Da evidenziare l’andamento positivo della sterlina, migliore valuta tra quelle delle economie avanzate.

mpslogo260Materie prime: settimana positiva per l’indice generale GSCI trainato al rialzo dal settore energia. Da evidenziare il forte calo dei metalli preziosi con l’oro (peggior commodity della settimana) che è tornato sui livelli minimi da fine giugno e prossimi a quelli del 2010. Misti agricole e metalli non ferrosi.

Borse: settimana positiva per i principali listini mondiali ad eccezione di quello cinese in forte calo. Andamento tendenzialmente positivo per i listini dei Paesi emergenti ad eccezione della Turchia in calo di oltre il 6%. All’interno dell’indice Stoxx 600, i guadagni maggiori hanno interessato i settori assicurativo e telefonico.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio