Martedì, 22 ottobre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

''Cosa abbiamo costruito insieme'': Brogioni presenta il rendiconto di 10 anni alla guida di Colle di Val d’Elsa

Bookmark and Share
Appuntamento sabato 12 aprile alle 10.30 al Palazzone, a cui il sindaco invita a partecipare nella lettera in arrivo ai cittadini
On line il sito dedicato al rendiconto dei due mandati 2004-2009 e 2009-2014, www.rendicontodimandato.it/collevaldelsa

rendicontomandato2014“Cosa abbiamo costruito insieme. Un cammino lungo dieci anni”. E’ questo il titolo dell’iniziativa pubblica in programma sabato 12 aprile alle ore 10.30 nei locali recentemente recuperati del Palazzone, al piano sotterraneo dell’edificio in viale Matteotti, durante la quale sarà presentato il rendiconto di mandato delle due amministrazioni guidate da Paolo Brogioni dal 2004 al 2009 e dal 2009 al 2014. L’invito a partecipare viene rivolto a tutti i cittadini dal sindaco in una lettera che sta arrivando nelle case dei colligiani e che presenta sinteticamente quanto è stato fatto negli ultimi dieci anni. In attesa dell’incontro pubblico, il rendiconto di mandato può essere approfondito sul sito www.rendicontodimandato.it/collevaldelsa, dove sono disponibili dati utili sulle risorse impiegate nei diversi settori, le attività svolte, le relative ricadute e riscontri sul territorio e la città, gli obiettivi raggiunti e le prospettive future della città e del territorio. Sul sito è disponibile anche una versione sintetica e scaricabile in formato pdf.

“Voglio ringraziare ogni cittadino - scrive Brogioni nella lettera - per avermi dato l'opportunità di rappresentare e amministrare per dieci anni, con grande orgoglio e senso di responsabilità, la mia e la nostra città, che è cresciuta, si è trasformata ed è stata chiamata ad affrontare, come tante altre, avvenimenti politico-istituzionali difficilmente immaginabili e prevedibili solo pochi anni fa. Alla forte crisi economica, politica e sociale che ha colpito tutto il Paese, si è unita quella nei rapporti fra cittadini e istituzioni, che ha rallentato e rivisto la capacità di relazione e di risposta degli enti locali ai bisogni manifestati dai cittadini stessi. Il Comune, ente locale più vicino alla comunità, si è trovato a far fronte a uno scenario complesso con risorse ridotte e con una revisione delle funzioni fondamentali. Nonostante questo - aggiunge Brogioni - ce l’abbiamo messa tutta per cercare di dare risposte concrete ai bisogni essenziali dei colligiani, a partire dalla salvaguardia dei servizi sociali, della qualità dell’offerta formativa e del trasporto pubblico locale. Abbiamo lavorato ogni giorno per sostenere l’economia locale e il commercio, nonostante poche risorse a disposizione e competenze degli enti locali limitate in materia, e abbiamo dedicato attenzione all’ambiente, a uno sviluppo sostenibile del territorio, alle attività culturali, sportive e di promozione del territorio. In questo percorso, abbiamo avuto al nostro fianco una struttura amministrativa capace e professionale, oltre a numerose associazioni che hanno contribuito a garantire la tenuta sociale e la vitalità della comunità, con diverse attività e collaborazione in numerosi servizi”.

Il bilancio. “Sul fronte delle risorse - continua Brogioni - nonostante una situazione finanziaria sempre più incerta e difficile, non solo per Colle di Val d’Elsa ma per tutti gli enti locali, e partendo da un quadro finanziario complesso nel 2004, abbiamo lavorato per rivedere il bilancio. Negli ultimi dieci anni siamo riusciti a ridurre di circa la metà l’indebitamento, abbiamo razionalizzato le spese correnti, aumentato il contrasto all’evasione fiscale e promosso un piano di alienazioni di immobili di proprietà dell’ente. Al tempo stesso, abbiamo attivato una rinnovata strategia di ricerca di risorse esterne puntando su progetti di alta qualità, innovazione e sviluppo delle politiche di area, che ha permesso di attrarre sul territorio oltre 17 milioni di euro da destinare a investimenti. Grazie a tutto questo e nonostante voci infondate che hanno alimentato anche recenti polemiche, oggi consegniamo alla futura amministrazione un bilancio in equilibrio, come conferma l’avanzo di amministrazione sul bilancio 2013, e una città che guarda al futuro con maggiore dinamicità e opportunità rispetto a dieci anni fa, oltre ad alcuni progetti già finanziati”.

Le politiche di area. “La carenza di risorse in arrivo dai governi centrali ha spinto sempre di più gli enti locali a unire le forze per continuare a garantire servizi essenziali. Un ruolo importante è stato svolto, a partire dal 2006, dalla Fondazione Territori Sociali AltaValdelsa, esperienza unica in Toscana nella gestione diretta dei servizi sociali da parte dei Comuni, grazie alla quale, riducendo le spese di gestione, siamo riusciti a mantenere pressoché invariata la qualità dei servizi, incrementando quelli rivolti ai minori e all’emergenza casa. Nelle politiche di area, vanno ricordati anche la storica sinergia che ha unito Colle di Val d’Elsa e Poggibonsi nel Piuss, Piano integrato urbano di sviluppo sostenibile, portando in Valdelsa risorse significative per interventi di riqualificazione urbana e di rivitalizzazione sociale, e gli interventi infrastrutturali di livello sovra comunale, con il coinvolgimento della Provincia. I Comuni valdelsani hanno unito le forze anche a supporto del tessuto economico e imprenditoriale e in vista della prossima programmazione comunitaria”.  

Fra passato e futuro. “La partenza del nostro cammino insieme, nel 2004 - dice ancora Brogioni nella lettera - è stata segnata dalla vicenda del centro culturale islamico, che sembrava un'utopia ambiziosa e che oggi, dopo l'apertura di pochi mesi fa, si sta rivelando una struttura pienamente sostenibile per la nostra città e un luogo di dialogo interreligioso, a ulteriore conferma di quanto la Valdelsa sia terra di integrazione e di intercultura. L'ultima fase del cammino, invece, è legata al progetto Fabbrichina, un grande intervento di recupero e riqualificazione urbana di un’area ex industriale programmato da tempo e avviato dopo modifiche progettuali che hanno portato a individuare destinazioni più remunerative, come il supermercato, e a impegnare risorse straordinarie per realizzare una nuova viabilità, un'importante bonifica ambientale e l'intervento della Mediateca, inserito nel Piuss e finanziato dalla Regione Toscana. Oggi il progetto è fermo a causa della crisi generale e dei soggetti coinvolti, ma esiste ancora l’interesse di un soggetto privato per realizzare il supermercato, edificio che ospiterebbe anche altre attività commerciali, e ci sono risorse economiche per realizzare importanti spazi pubblici finalizzati a far funzionare in maniera adeguata la biblioteca, dotandola di spazi aggiuntivi, nuove funzioni e servizi pubblici. Nelle ultime settimane di lavoro, stiamo ridefinendo la sostenibilità del progetto per consegnarlo alla prossima amministrazione”.
 
“Come accade alla fine di ogni corsa - conclude Brogioni rinnovando l’invito per sabato 12 aprile - la fatica non ci rende lucidi per godere pienamente del traguardo raggiunto. Si poteva fare di più, ma rimane la consapevolezza di aver sempre lavorato con grande senso di responsabilità verso la comunità, dando il massimo insieme a tutti quelli che mi hanno affiancato e che ringrazio: dagli assessori ai consiglieri fino ai funzionari e a tutti i dipendenti comunali. Un ringraziamento particolare lo rinnovo ai cittadini colligiani: grazie per quello che è stato, per quello che sarà e soprattutto per quello che mi avete dato in questi dieci anni”
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio