Domenica, 22 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Pigio, Sardelli: ''Sarà un Boccione con i colori e con i tutti i simboli della festa e della città''

Bookmark and Share
Assegnato al giovane artista poggibonsese, Stefano Sardelli, il compito di realizzare l'opera che sarà messa in palio nell'edizione 2014 del Pigio

StefanoSardelliAssegnato l'incarico per realizzare Boccione che sarà consegnato al Rione vincitore dell'edizione 2014 del Pigio che si terrà il 4 e 5 ottobre. A dare forma e vita all'opera sarà l'artista poggibonsese, Stefano Sardelli.

Sardelli, che vive la realtà poggibonsese in prima persona, ha già le idee chiare di come realizzare il Boccione. «Le caratteristiche principali del mio Boccione per il “Pigio 2014” - spiega per anticipare quella che sarà l'opera - sarà il colore e la materia uniti dalla possibilità di toccare l’opera stessa. Non si discosterebbe dal mio universo artistico, ma a sua volta comprenderà tutti i simboli e tutte le storie relative alla festa ed alla città».

Nato nel 1981, Sardelli vive e lavora a Poggibonsi. Il genio artistico si manifesta fin da piccolo, ma nonostante la predisposizione Sardelli sceglie studi a carattere tecnico, i quali gli aprono la strada per una soddisfacente carriera professionale. Parallelamente continua a coltivare la sua più intima passione, l’arte contemporanea, e più precisamente la pittura, espressione artistica che negli anni presenta notevoli cambiamenti tematici e stilistici. Stefano Sardelli è un abile esperto della pittura con smalti, olio e acrilici, ma nel suo percorso ha dipinto con molti ausili come ad esempio le tempere, gli acquerelli, i pastelli, le matite, la china o addirittura con colori creati artigianalmente attraverso pigmenti naturali.

«Il mio ultimo ciclo creativo è basato sull’utilizzo di materiali di riciclo, quindi anche questa opera ne farebbe parte, elementi che inserirò nell’opera saranno la spirale già presente in molte mie opere a definizione e completamento di immagini e segni a volte riconoscibili, a volte astratti».

Due gli elementi che caratterizzeranno il Boccione, la spirale e l'occhio. «La spirale è segno di evoluzione, continuità , evoluzione, fecondità ed energia. Nel contesto della festa rappresenta molto il segno e la volontà della collettività poggibonsese di andare avanti e presentare ancor più convinta questa manifestazione. L’occhio è un segno molto presente nelle mie opere perché; sono sinonimo di luce, profondità e protezione». L'idea, che inizierà a prendere forma, è ben presente nella mente di Sardelli. Ma per il momento è meglio non svelare altri particolari.

Stefano Sardelli è vicepresidente e fondatore dell’associazione “Estrosi” molto attiva per la promozione delle arti visive in tutto il territorio della provincia di Siena.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio