Domenica, 22 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Colle di Val d'Elsa, la Lega risponde a Stefano Nardi (Pd)

Bookmark and Share
leganordtoscana2012"La Lega Nord risponde a Stefano Nardi, Segretario colligiano del PD, che, nel domandarsi che fine avesse fatto il Centro Destra colligiano, si è chiesto “che fine abbia fatto la Lega Nord dopo anni di battaglie e dure prese di posizione”.

A Colle Val d’Elsa la Lega non è presente alle Elezioni amministrative perché non ha trovato accordi con nessuna delle forze politiche presenti sul territorio. La Lega non appoggerà, a differenza di altri partiti del Centro Destra, l’ex sindaco Canocchi.

Appoggiare Canocchi, infatti, significa tornare indietro di anni ed appoggiare idee che non collimano assolutamente con le nostre, a partire da tematiche fondamentali quali la lotta all’immigrazione clandestina e la battaglia contro la Moschea, inaugurata qualche mese addietro.

Vogliamo ricordare altresì a Nardi che le difficoltà, per l’opposizione in generale e per i partiti del Centro Destra in particolare, di trovare persone disposte ad esporsi è diretta conseguenza del sistema politico-clientelare architettato dalla sinistra in tutti questi anni di governo, che hanno letteralmente annichilito ogni principio democratico nel nostro territorio.

In più, vogliamo ricordare al giovane segretario piddino, evidentemente poco pratico con il funzionamento della politica, che per fare politica attiva sul territorio, in mezzo alla gente e per la gente, non occorre necessariamente sedere in Consiglio comunale, visto che le decisioni sono prese, dalla riforma del 1993 ad oggi, dalle Giunte, snaturando completamente il ruolo dei Consigli, sempre pieni di “Yes Men”.

La Lega continuerà a fare opposizione da fuori, senza avere timore di esporsi pubblicamente, mettendoci la faccia, a partire dalle Elezioni europee, che rappresenteranno un referendum contro l’attuale modo di concepire l’Unione Europea, sacrificando il lavoro di milioni di italiani, i risparmi accumulati con vite intere dedicate alla prudenza ed alla sicurezza, un patrimonio inestimabile di imprese, modello per il mondo intero (in Val d’Elsa qualcosa ne sappiamo): una scelta chiara fra chi vuole mantenere in piedi lo strumento di distruzione economica che è l’Euro e chi invece vuole riprendere le chiavi di casa, ricominciando a crescere e produrre".
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio