Lunedì, 22 luglio 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Pd Colle di Val d’Elsa, Pecci: ''UNITIRIPARTIAMO. Al lavoro per la Festa che rilanci un nuovo modello di partito''

Bookmark and Share
A settembre due weekend democratici animeranno la cittadina valdelsana

FilippoPecci450#UNITIRIPARTIAMO. E’ questo l’hashtag scelto dal Partito democratico di Colle di Val d’Elsa per la prossima Festa de L’Unità, in programma nella cittadina valdelsana il 5, 6, 7 e il 12, 13, 14 settembre, presso il circolo  ricreativo e nelle aree limitrofe dell’Agrestone e di Gracciano. Due weekend ricchi di incontri e dibattiti politici in perfetto “stile Leopoldina”. Ad un mese dal via dell’evento fervono già i preparativi per una Festa rinnovata e pensata per coinvolgere il più possibile i colligiani.

 “Ad una settimana dalla mia nomina a responsabile organizzazione – afferma Filippo Pecci, che insieme a Juri Bettollini, Donato Montibello e ad altri sei democratici fa parte della Commissione che guiderà il Pd di Colle verso il prossimo congresso - ci siamo messi a lavoro per dar vita ad una Festa che sia una sorta di rodaggio  per la stagione 2015. Il format che presenteremo, ideato dal nuovo gruppo dirigente, raccogliendo gli spunti  dei coordinatori di circolo uscenti, è del tutto innovativo per la realtà colligiana. In due weekend concentreremo incontri e spunti di riflessioni da sviluppare con esponenti locali e nazionali sul modello renziano della  ‘Leopoldina”. Al contempo valorizzeremo i momenti di convivialità legati alla musica, all’enogastronomia e agli spettacoli che, grazie all’apporto dei volontari, animeranno le serate democratiche colligiane. Abbiamo voluto imprimere questo ‘cambio di verso’ alla Festa in un momento di transizione per la comunità colligiana e, in  particolare, per il Pd di Colle. La scelta di suddividere la festa in due ‘location’, Agrestone e Gracciano, nasce  dalla volontà di diffondere la Festa e coinvolgere il più possibile tutte le realtà della nostra comunità. Un primo passo, dei tanti che intendiamo mettere in atto in brevissimo tempo, per rendere il Pd colligiano più ‘smart’,  connesso con la cittadinanza, ripulito da anni di questioni burocratiche interne inutili. L’auspicio, e il nostro fine ultimo – conclude Pecci – è quello di poter consegnare al termine del Congresso il frutto del nostro lavoro  nelle mani del nuovo segretario”. Adesso è arrivato il momento di abbandonare il partito degli “ex” e costruire il partito dei “next”.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

archivio