Giovedì, 9 luglio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PALIO E CONTRADE

Palio di Siena del 16 agosto 2014, i voti ai fantini

Bookmark and Share
palio_16ago_2014_ph_alessiabruchi_all_right_reserved_41Andrea Mari detto Brio riporta il cencio nel Castellare dopo 5 anni dall’ultimo successo. E’ la vittoria della Civetta, di capitan Ricci e di un fantino che torna al successo dimostrando nuovamente tutto il suo valore. Vediamo, nel dettaglio, tutti i voti ai 10 protagonisti del Palio del 16 agosto 2014.

CivettaAndrea Mari detto Brio: 9
Non prende benissimo la mossa e Brigante riesce ad alzarlo costringendolo ad un cambio di traiettoria. Alla fonte, però, prima chiude il Leocorno e poi imposta una traiettoria “alla Mari” che fa fuori la Chiocciola e gli permette di girare secondo dietro all’Aquila. Il cavallo risponde alla grande e al secondo Casato entra di dentro all’Aquila sorpassandola poco dopo il bandierino. Va molto largo al terzo San Martino ma riesce comunque a mantenere la testa ed a conquistare un palio bellissimo, il suo quarto sigillo personale. RITROVATO

AquilaFrancesco Caria detto Tremendo: 8
Alla mossa è un vero e proprio fulmine e nonostante la vicinanza della Pantera riesce a mettere la testa avanti, dovendo arrendersi solamente al Montone che sfrutta una traiettoria più interna. Complice la caduta di Brigante, guadagna la testa al primo San Martino, ma al Casato svernicia i palchi permettendo alla Civetta di riavvicinarsi. Chiude benissimo Brio davanti alla fonte e resta in testa fino al secondo Casato. Qui è bravissimo il fantino della Civetta a entrare all’interno sfruttando la potenza di Occolè. Forse poteva osare qualcosa in più provando a chiuderlo, ma alla fine fa un gran palio da outsider andando vicino al successo. SORPRENDENTE

ChiocciolaJonatan Bartoletti detto Scompiglio: 7,5
La fortuna non lo assiste neanche stavolta assegnadogli nuovamente la posizione più alta tra i canapi. Quando Tittia entra lui è bravissimo a prendere il tempo della mossa e dall’esterno si porta in terza posizione mettendosi alla ruota dell’Aquila. Al primo San Martino si fa infilare dall’interno dal Mari che lo costringe a girare larghissimo. Nonostante ciò riesce a mantenere la terza posizione e conduce un palio all’arrembaggio cercando, ma non trovando, tutti i varchi possibili per avvicinarsi alla testa. LOTTATORE

ValdimontoneCarlo Sanna detto Brigante: 7
Nonostante sia al debutto, gestisce alla perfezione le fasi della mossa. Tutti spingono verso lo steccato, ma lui riesce lo stesso a farsi spazio. Pronti via si porta in testa, alza la traiettoria della Civetta e alla fonte è nettamente davanti. In entrata a San Martino il cavallo cede sui posteriori e lui finisce sul tufo abbandonando i sogni di gloria. Col senno di poi avrebbe potuto condurre un po’ meglio il cavallo in entrata di curva, ma per un fantino al debutto la prima volta è senza dubbio più che positiva. FACCIA TOSTA

SelvaGiovanni Atzeni detto Tittia: 6
Con Istriceddu formava l’accoppiata più attesa, ma la dea bendata decide di relegarlo di rincorsa, facendo diminuire di gran lunga le sue credenziali. Entra dopo pochissimi minuti, forse per sfruttare al massimo tutto il potenziale del cavallo. Trova un varco e ci si butta immediatamente arrivando fortissimo dalle retrovie e recuperando posizioni, ma impatta nel cavallo della Chiocciola dovendo cambiare nuovamente traiettoria. Gira quinto e rimane intruppato anche al Casato quando si trova il Leocorno in traiettoria. Il suo palio finisce qui e al secondo giro subisce anche il sorpasso dall’interno del Drago, comunque assolutamente ininfluente per il risultato finale. SFORTUNATO

DragoAlberto Ricceri detto Salasso: 5
Ci si aspettava sicuramente di più dal dominatore di luglio. Alla mossa, nonostante l’ottima posizione, non riesce a farsi valere, finendo addirittura ultimo in entrata al primo San Martino. Sfrutta le cadute per recuperare qualche posizione, ma ormai è troppo distanziato ed il bel sorpasso alla Selva al secondo Casato non può bastare per rendere sufficiente la sua prestazione. IMPALPABILE

PanteraSebastiano Murtas detto Grandine: 4,5
Nonostante la vicinanza al canape, in partenza si fa sorprendere in modo incredibile dall’Aquila che scappa via senza alcun problema. Al primo San Martino viene alzato dalla Chiocciola, ma avrebbe il tempo per correggere la traiettoria, invece finisce ai materassi senza colpo ferire. Se la sua rivale non vince è solo per la grande carriera della Civetta, non certo per la sua prova, questa volta veramente opaca. DELUDENTE

LeocornoGiuseppe Zedde detto Gingillo: 4
A luglio ci aveva illuso, invece stavolta conferma un trend negativo in quanto a “purghe” che non accenna a terminare. Alla mossa non riesce a tenere Oppio a contatto con il canape e parte in seconda ruota. Alla fonte prova ad entrare all’interno della Civetta, ma si becca la parata di Brio che lo costringe a rimanere dietro. L’unica cosa buona del suo palio è l’ingresso al primo San Martino, dove guadagna diverse posizioni. La Civetta vola in testa e lui, da quarto, non fa niente per provare un estremo tentativo di rimonta. Rimane nella stessa posizione per tutti i 3 giri ed assiste, impotente, alla vittoria della rivale. STOPPATO

BrucoAlessio Migheli detto Girolamo: N.P. (non pervenuto)
Difficilissimo valutare il suo palio perché non si vede praticamente mai. Parte anche benino, ma a San Martino è già settimo e piuttosto distanziato dalla testa. Al primo Casato i 2 scossi lo spingono verso i palchi. Rischia di cadere, ma rimane a cavallo, anche se da questo momento si fa fatica anche a scorgerlo nelle inquadrature della corsa. Ci si aspettava una carriera all’attacco ed una sorta di rivincita dopo lo sfortunato palio di luglio, invece è arrivata una prova anonima e incolore, forse fin troppo. CHI L’HA VISTO?
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio