Mercoledì, 1 aprile 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Chiusi, la Polizia arresta 26enne dopo inseguimento a 200 all'ora in autostrada

Bookmark and Share
volantesiena2_450poliziaLa Polizia di Stato ha arrestato per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale un giovane rom di 26 anni dopo un folle inseguimento sull’autostrada A1 a circa 200 chilomentri l’ora.

Era quasi mezzanotte quando l’attenzione di una pattuglia della Polizia Stradale della Sezione di Battifolle (AR) è stata attirata da un’Audi A3 con quattro persone sospette a bordo che percorreva l’A1 in direzione nord. Viste le circostanze ed i soggetti all’interno, gli agenti hanno deciso di procedere ad un controllo dei quattro intimando l’alt al conducente.

L’autovettura in questione però, anziché fermarsi, accelerava fino a raggiungere quasi i 200 km orari; tallonata dall’auto della Polizia Stradale che più volte, in sicurezza, ha tentato di bloccare i fuggitivi, l’Audi A3 al termine della galleria di “Querce al Pino” ha azzardato una pericolosissima manovra tentando di oltrepassare la barriera new jersey ed invertire così la marcia.

Nel tentare la rischiosa manovra i fuggiaschi provocavano un incidente con un’altra autovettura, fortunatamente senza particolari conseguenze, a seguito del quale la loro auto rimaneva irrimediabilmente danneggiata, ed i predetti proseguivano la fuga a piedi nella campagna circostante.

Nel frattempo, giungeva in zona una volante del Commissariato distaccato di Chiusi, guidata dalla Centrale Operativa Autostradale, ed il personale si poneva immediatamente all’inseguimento dei fuggiaschi, riuscendo poco dopo a raggiungerne e bloccarne uno, nonostante la resistenza del medesimo, che causava una colluttazione nel corso della quale  uno degli agenti riportava alcune lesioni.

L’individuo bloccato, H.K., un italiano di 26 anni, residente in provincia di Rovigo, con vari precedenti di polizia per furto ed altri reati contro il patrimonio, veniva tratto in arresto per i reati di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e trattenuto presso le celle di sicurezza del Commissariato fino all’indomani; giudicato con rito direttissimo, è stato sottoposto all’obbligo di dimora a Rovigo con divieto di uscire dalla propria abitazione.

Sono in corso indagini per verificare se l’uomo con eventuali complici, prima dell’arresto, si fosse reso responsabile di altri reati.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200

Viaggi nel Mondo - Itinerario di viaggio in Marocco: le città imperiali ed il deserto

Marocco300
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio