Sabato, 15 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Arrestato dai Carabinieri 43enne che adescava minorenni sul web

Bookmark and Share
carabinieripogibonsi-arresto28ottobre2014È stato tratto in arresto nella mattinata di ieri, martedì 28 ottobre, dai Carabinieri della Compagnia di Poggibonsi, un 43enne residente nella Val D’Elsa , che da circa due anni, fingendo di essere un giovane calciatore, adescava ragazze giovanissime, (alcune anche minori di anni 14) alle quali chiedeva esibizioni sessuali in video-chat.

Le indagini dei militari dell’Arma hanno preso avvio nel mese di luglio scorso allorché la mamma di una delle ragazze, accortasi che la propria figlia trascorreva troppe ore in camera sua davanti al computer, ha deciso di approfondire quello che stava facendo la figlia, la quale le ha confessato di sentirsi con un giovane e bel ragazzo conosciuto on line. Alla richiesta della madre se il giovane avesse avanzato “richieste anomale”, la ragazza ha mostrato un evidente imbarazzo ed ha fatto visionare il profilo del giovane con cui si intratteneva. La donna ha quindi mostrato le foto del ragazzo al marito che con enorme sorpresa ha riconosciuto nell’effige il volto di un giovane calciatore del Borussia Dortmund ed ha quindi fatto capire alla figlia che qualcuno la stava traendo in inganno. Dal colloquio con la figlia è emerso che anche altre coetanee erano state in contatto con lo stesso ragazzo e quindi sono stati allarmati gli altri genitori delle altre minori coinvolte nella vicenda. Compreso che vi era molto di più di una semplice amicizia sulla chat, i genitori delle tre minori si si sono quindi recati in caserma denunciando l’accaduto.

A seguito della denuncia i Carabinieri hanno sviluppato anche con l’ausilio di strumenti tecnici le poche informazioni di cui erano in possesso, identificando l’uomo che si celava dietro quel falso profilo e ricostruendo l’accaduto dal 2012 fino alla data odierna.

E’ emerso, in particolare, che un’insospettabile commerciante quarantenne, sposato e genitore, era solito adescare su social network giovanissime ragazze, fingendo di essere un loro coetaneo calciatore di successo, e dopo aver intrattenuto relazioni amicali ottenendo la loro fiducia passava a chiedere “esibizioni” sessuali e giochi erotici on-line, che poi ricambiava mostrando le proprie parti intime. Talvolta per convincere le ragazze provvedeva anche ad effettuare ricariche telefoniche sui loro cellulari.

carabinieri-poggibonsi1_650Nel corso delle indagini i militari dell’Arma, hanno accertato che l’uomo si stava facendo più intraprendente, chiedendo ad una delle ragazze d’incontrarla, ciò ha indotto i Carabinieri, di concerto con la Procura della Repubblica di Siena, a forzare i tempi e ad effettuare una perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati sequestrati computer e smartphone con i quali l’uomo manteneva i contatti con le minori adescate.

Alla luce delle risultanze investigative acquisite dai militari dell’Arma, il G.I.P del Tribunale di Siena Dottoressa Roberta Malavasi, su richiesta del P.M. Dottor Giuseppe Grosso della locale Procura della Repubblica, ha emesso nei confronti dell’uomo la misura cautelare degli arresti domiciliari per Pornografia minorile e sostituzione di persona, misura che, nella mattinata del 28 ottobre è stata eseguita.

Tra gli aspetti più inquietanti della vicenda, vi è quello che l’uomo, insospettabile padre di famiglia, oltre ad avere una doppia vita, nell’immediato futuro, avrebbe dovuto ricoprire un incarico in seno ad un istituto scolastico della zona, venendo quindi a contatto giornaliero con quei minori per i quali provava una morbosa attrazione.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio