Venerdì, 3 aprile 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ECONOMIA E FINANZA

BMPS, ricerca ed analisi: Weekly Economic Outlook del 22 dicembre 2014

Bookmark and Share
Il Weekly Economic Outlook elaborato dal Servizio Market Strategy - MPS Capital Services e dal Servizio Research - Banca Monte dei Paschi di Siena

montedeipaschidisiena-portone350qEconomia reale: negli States, la Fed si mostra paziente sull’esatta tempistica del primo aumento dei tassi, dichiarando che non ci sarà alcuna stretta monetaria nelle prossime due sedute del Fomc; l’Autorità, inoltre, rivede al rialzo le stime di crescita per il 2014 (tra 2,3% e 2,4%). A dicembre, crolla l’indice manifatturiero di NY (a -3,58 p.), raffreddano i Pmi (a 53,7 p. quello manifatturiero) e l'indice della Fed di Philadelphia (a 24,5 p.); a novembre, l’inflazione statunitense rallenta all’1,3% a/a e nello stesso mese, diminuiscono le nuove costruzioni abitative e i permessi edilizi concessi. Nella II settimana di dicembre, calano le richieste settimanali di prestiti ipotecari (-3,3% s/s) e le richieste di sussidi di disoccupazione; a novembre, accelera la produzione industriale (+5,21% a/a). Nell’Eurozona, nella lettura preliminare di dicembre, migliorano gli indici Pmi (a 50,8 p. il manifatturiero) e l'indice Zew sulle aspettative degli investitori balza a 31,8 punti; a novembre, si conferma il rallentamento dell’inflazione (allo 0,3% a/a), e ad ottobre, la produzione edile segna un rimbalzo su base annua (+1,4%). In Germania, a dicembre, salgono il Pmi manifatturiero (a 51,2 p.), l’indice Zew sulle aspettative (a 34,9 p.) e l’indice Ifo (a 105,5 p.); in miglioramento il sentiment dei consumatori di gennaio (a 9 p.). In Italia, ad ottobre, il surplus commerciale sale a €5,4 Mld, mentre il fatturato (-0,7% a/a) e gli ordinativi (-0,2% a/a) dell’industria registrano una nuova flessione.

Tassi di interesse: tassi statunitensi in aumento su tutta la curva. Situazione opposta in Area Euro, con il decennale tedesco e quello italiano che raggiungono nuovi minimi storici, rispettivamente sotto lo 0,6% e l’1,92%. Lo spread Btp-Bund scende intorno i 136 pb. Stabile l’Euribor a 3M, a quota 0,081% venerdì scorso.

Valute: cross €/$ tornato in prossimità dei minimi dal 2010, poco sopra l’1,22. Sul comparto emergente il cambio dollaro/rublo, arrivato in settimana oltre quota 100, è tornato a stabilizzarsi sotto quota 60 in seguito agli interventi della banca centrale. In marcato deprezzamento vs dollaro anche rupia e lira turca.

mpslogo260Materie prime: settimana negativa per le energetiche, con il brent intorno i 60 $/barile e il gas naturale peggiore commodity della settimana. Male i metalli industriali e preziosi, con l’oro tornato sotto i 1200$/oncia. In controtendenza le commodity agricole, uniche positive, caratterizzate dall’apprezzamento di grano, cacao e caffè.

Borse: settimana positiva per tutte le borse mondiali, con lo S&P 500 tornato oltre i duemila punti. All’interno dell’Eurostox 600 tutti i settori registrano performance positive. I migliori sono stati il settore energetico e il bancario.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio