Venerdì, 3 aprile 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Giustizia più vicina ai cittadini, nascono gli sportelli territoriali

Bookmark and Share
Firmato il 27 maggio il primo protocollo operativo: a Poggibonsi nei locali della FTSA la prima esperienza toscana
Per ricevere orientamento, prima informazione, modulistica della Volontaria Giurisdizione direttamente sul proprio territorio

tribunale-aula450Giustizia più vicina ai cittadini con gli Sportelli territoriali per la Volontaria Giurisdizione. Mercoledì 27 maggio alle ore 15 avrà luogo la sottoscrizione del primo protocollo operativo, che porterà ad aprire gli Sportelli a Poggibonsi, presso i locali della Fondazione Territori Sociali Alta Val d’Elsa, facendo nascere la prima esperienza del genere in Toscana, realizzata nell’ambito del progetto senese “Giustizia Insieme” nato da un’idea del personale del Tribunale di Siena, che ha condiviso con l’utenza i disagi derivanti dall’accorpamento degli uffici giudiziari soppressi (Montepulciano e Poggibonsi) con perdita di prossimità territoriale dei servizi della Giustizia nella provincia. Gli Sportelli territoriali per la Volontaria Giurisdizione rappresentano un tentativo di innovazione possibile  grazie anche alla collaborazione del Comune di Poggibonsi,  della FTSA e al sostegno del terzo settore dell’area Valdelsa, Pubblica Assistenza, Auser, Acli, e CNA, che hanno contribuito a dare un impulso determinante all’apertura.

L’obiettivo degli sportelli territoriali o di prossimità è quello di restituire vicinanza e accessibilità ai servizi di Giustizia, ripristinando concretezza e forza a quei diritti di cittadinanza garantiti dalla Costituzione. La scelta di sopprimere i presidi giudiziari diversi dal Tribunale capoluogo ha reso più difficile l’accesso ai servizi soprattutto per i cittadini residenti in territori più distanti.
Gli Sportelli intendono offrire anzitutto una risposta ai bisogni di orientamento e informazione dei cittadini.
Le domande di amministrazione di sostegno saranno il primo banco di prova. Si tratta di pratiche che coinvolgono famiglie e persone in condizione di particolare fragilità. Grazie all’attività degli Sportelli Territoriali si potrà conseguire l’ambizioso obiettivo di ridurre l’accesso al Tribunale alle sole giornate di udienza.

“Una rivoluzione a costo zero che porterà un notevole vantaggio ai cittadini in termini di costi, trasparenza, chiarezza e agibilità. Un’idea nata dal basso e cresciuta grazie alla buona volontà e al merito dei lavoratori del Tribunale di Siena, al sostegno del Presidente del Tribunale e del Procuratore della Repubblica, alla collaborazione dell’Ordine degli Avvocati oltreché alla positiva risposta del territorio senese (Istituzioni e terzo settore) coordinato dalla Provincia di Siena” dichiara Loriana Bettini, cancelliere, coordinatrice del Progetto.

“E’ una risposta concreta ai bisogni dei cittadini e della comunità - dichiara il Sindaco del Comune di Poggibonsi - che nasce grazie alla sinergia di tanti soggetti sempre pronti a dare una mano. Abbiamo condiviso fin da subito il percorso promosso con l’obiettivo di governare i cambiamenti attraverso l’innovazione e la collaborazione, in questo caso aiutando i cittadini ad orientarsi nel mondo complesso della Giustizia”.

“Giustizia Insieme”.  Il percorso fatto.
Con la soppressione del Tribunale di Montepulciano e della Sezione distaccata di Poggibonsi si è reso necessario ripensare l'architettura stessa dei Servizi giudiziari nel nostro territorio. L’idea degli Sportelli nasce proprio per dare una risposta democratica ai disagi derivati dalla nuova geografia giudiziaria disegnata dal  d.lgs n. 155/2012.
Il Progetto introduce  inoltre un nuovo modello di relazioni interistituzionali, che vede il Tribunale di Siena interagire con le altre Istituzioni in un percorso di riqualificazione dei servizi giudiziari secondo schemi innovativi.
Il “Cittadino al centro”, questo lo slogan che ha ispirato tutto il percorso di sviluppo degli Sportelli territoriali, ma anche la riorganizzazione interna del Tribunale stesso: udienza precalendarizzata, agenda appuntamenti del Giudice Tutelare, organizzazione del servizio in Front Office e Back Office, specializzazione dell’area famiglia, minori e persona, promozione di una modulistica “parlante” e di un nuovo sito Web specifico per la Volontaria giurisdizione, promozione del Portale Giustizia per la consultazione delle pratiche on line, ma anche l’elaborazione di una Carta dei servizi e del bilancio sociale in corso d’opera.
Il Tavolo Giustizia Insieme rappresenta pertanto uno spazio aperto per lo sviluppo di collaborazioni istituzionali dirette a mettere in rete le esperienze, le idee di un territorio verso un nuovo modo di fare pubblica amministrazione. Ulteriori sfide sono pronte per essere a breve affrontate, sono infatti in corso di definizione l’apertura di ulteriori Sportelli nel Comune di Abbadia San Salvatore, nel Comune di Montepulciano e presso il Comune di San Gimignano.
Ancora una volta la popolazione del territorio senese, con le sue istituzioni, può cercare di offrire un esempio di innovazione al servizio dei cittadini, nella persistente penuria di risorse economiche e organizzative provenienti dal livello centrale nazionale.

Il Presidente del Tribunale f.f.
Delio Cammarosano
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

CORONAVIRUS - 10 comportamenti raccomandati dal Ministero della Salute

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio