Mercoledì, 23 ottobre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Sversamento di materiale organico nel fiume Orcia, interviene l'Arpat

Bookmark and Share
Intervento in pronta disponibilità degli operatori del Dipartimento ARPAT di Siena per uno sversamento nel fiume Orcia, lungo la SP40 nel comune di Pienza

orcia-sversamento-arpatmaggio2016Nella tarda serata di venerdì 27 maggio, operatori ARPAT del Dipartimento di Siena, attivati dalla sala operativa della Protezione civile, sono intervenuti in pronta disponibilità, per un problema di sversamento nel fiume Orcia, lungo la SP40 nei pressi del ponte sull'Orcia, nel comune di Pienza.

Gli operatori, giunti sul posto, hanno accertato che un tratto del fiume Orcia risultava completamente marrone/nero, lo strato che copriva quel tratto di fiume era probabilmente riconducibile a materiale di origine fecale.

La situazione, fin da subito ritenuta seria, ha portato gli operatori a risalire il fiume per ricercare la causa di questo evento ed anche a fare un sopralluogo all'interno di un'azienda della zona (allevamento di suini) ma senza trovare nulla che permettesse di individuare l'origine dello sversamento. Il fiume a monte e a valle del tratto inquinato appariva limpido e non si segnalava alcuna moria di pesci.

Nella tarda mattinata di sabato 28 maggio il fenomeno si era notevolmente attenuato, gli operatori hanno proceduto ad effettuare alcuni campioni di acqua, le cui analisi sono tuttora in corso, e provveduto a segnalare alla Polizia Municipale del comune di Pienza la necessità di provvedere comunque a far intervenire un auto spurgo per aspirare lo strato di materiale che ancora era presente, in previsione anche di un peggioramento meteo.

Sul luogo, oltre ad ARPAT, erano presenti la Polizia municipale, la Forestale e la Polizia provinciale.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio