Mercoledì, 13 novembre 2019
Banner
Banner
ARTE, SCIENZA E CULTURA

Omaggio alla Madonna di Provenzano, a Palazzo Sansedoni dal 27 giugno all'1 luglio

Bookmark and Share
madonnadiprovenzano-ceramicasecXVII-fmps650vE’ un omaggio alla Madonna di Provenzano, alla quale è dedicato dal 1656 il Palio di luglio, quello che la Fondazione Monte dei Paschi e Vernice Progetti Culturali presentano alla città.

Da lunedì 27 giugno fino al 1 luglio 2016 (con ingresso libero), nell’anticappella di Palazzo Sansedoni, sarà possibile ammirare una serie di opere d’arte legate al culto di Provenzano. Fra queste un dipinto dei primi anni del Seicento attribuito ad Alessandro Casolani raffigurante “Santa Caterina da Siena e Santa Maria Maddalena in adorazione dell’Immagine della Madonna di Provenzano” affiancato da una serie di repliche in ceramica e terracotta e oggetti riconducibili alla venerazione della Madonna di Provenzano dal secolo XVII al XIX. Gli oggetti, di provenienza varia, erano in antichità prodotti per essere conservati nei tabernacoli viari e domestici di cui se ne propongono alcune delle tipologie più diffuse.

Ogni anno la carriera del 2 luglio celebra, la Madonna di Provenzano, nella ricorrenza della visitazione di Maria a Santa Elisabetta, mistero a cui è intitolata la Collegiata di Provenzano, che i Senesi affettuosamente ed erroneamente chiamano “basilica”.

L’evento promosso da Fondazione Mps, in collaborazione con Vernice Progetti Culturali, si colloca nell’ambito della strategia di valorizzazione del ricco patrimonio storico e culturale senese anche attraverso l’apertura alla comunità di spazi espositivi del Palazzo Sansedoni.

La mostra
Ingresso libero
Dal 27 al 30 giugno ore 10 – 13.30 e ore 15-18
Il 1° luglio ore 10 - 13.30
Palazzo Sansedoni – Banchi di Sotto, 34 – Siena
Per informazioni: Vernice Progetti Culturali 0577 22 6406
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio