Lunedì, 16 settembre 2019
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Radicofani, inaugurata la mostra ''L'equilibrio del guerriero''

Bookmark and Share
Quadri di Gian Ruggero Manzoni e una installazione realizzata da Cecilia Rigacci

lequilibriodelguerriero-mostra2Le opere pittoriche di Gian Ruggero Manzoni e l’installazione “relativity” ispirata al pendolo di Focault, con un dipinto di Cecilia Rigacci, sono esposte alla fortezza di Radicofani, L’inaugurazione, avvenuta nella serata di sabato, ha visto la partecipazione di un grande pubblico. Insieme al sindaco di Radicofani Francesco Fabbrizzi e agli amministratori comunali, c’erano anche rappresentanti dell’Università e del Club Unesco di Siena. Manzoni (artista, poeta e scrittore romagnolo, più volte presente alla Biennale di Venezia) si è ispirato a questo baluardo verso sud dell’antica Repubblica di Siena, nonché dominio temporaneo del “brigante-gentiluomo” Ghino di Tacco, per una mostra visibile fino a domenica 4 settembre (apertura dalle 10 alle 20, secondo l’orario del parco archeologico). La sua è una neofigurazione che va dall’Espressionismo tedesco alla Transavanguardia, fino al Graffito e al fumetto.

lequilibriodelguerriero-mostra1I quadri di Manzoni, della famiglia del celebre Alessandro e dell’artista di fama mondiale Piero Manzoni, come suggerisce il titolo “L’equilibrio del guerriero”, oltre a essere un omaggio a Radicofani e Siena, si rifanno a scene in cui una certa semplicità formale, tipica della pittura dell’artista (compagno di studi, al Dams di Bologna, di Andrea Pazienza). Questa si unisce a contenuti di ordine simbolico, al fine di indagare, spiritualmente, la figura del guerriero non tanto quale uomo di sangue e spada, ma quanto individuo che, raggiunta una sua armonia interiore, si pone, con coraggio, come un antico cavaliere, a disposizione della giustizia, dei più deboli e degli oppressi. Manzoni ci richiama a dei codici comportamentali di alto valore etico e sacro, ai quali tutti noi siamo chiamati al fine di contrastare le disuguaglianze, le volgarità, le contraddizioni, gli egoismi, gli individualismi di una società sempre più votata all’effimero, al potere finanziario, all’omologazione di stampo globalizzante, alla disparità fra i pochi ricchi o abbienti a discapito dei molti che, invece, ancora vivono o rischiano di tornare a vivere a livelli non certo umani e consoni al grado di civiltà che una parte del nostro pianeta ha raggiunto. Il guerriero, quindi, custode di ciò che tradizionalmente fu vanto di una certa nobiltà un tempo di sangue poi divenuta di animo, quella nobiltà che, qualora volessimo, apparterrebbe a tutti, perché non più di titolo quanto di cuore, anima, conoscenza, carità verso il nostro prossimo.

lequilibriodelguerriero-mostra3L’istallazione “relativity” è solo un esempio delle iniziative volte allo scopo di diffondere la conoscenza scientifica sviluppate da Sergio Valentini, docente di matematica e fisica al liceo scientifico Galileo Galilei di Siena, con Raffaele Miatto e Tommaso Addabbo. Unisce le conoscenze scientifiche (l’originario marchingegno con movimento circolare) e il segno artistico (affidato all’artista Cecilia Rigacci), che ha arricchito il modello di una valenza estetica.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

archivio