Giovedì, 27 febbraio 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
PROVINCIA

Art&food alla fortezza di Radicofani e notte della musica lunedì 1 agosto

Bookmark and Share
fortezza2_650La prima edizione di “Street art&food”, kermesse organizzata dalla società che gestisce la fortezza per conto del Comune, e dalla proloco, propone la seconda e ultima giornata domenica 31 luglio.

L’ingresso (valido per l'intera giornata, per informazioni 3398283953) è 6 euro. Il programma inizia con i vari intrattenimenti e (ore 10) lo street food vero e proprio, con dodici camion a disposizione, accanto a giocolieri funamboli, mangiafuoco, musicisti itineranti e altro ancora. Funzionerà anche un’area bimbi. Nel primo pomeriggio, ancora una esibizione di giocolieri e funamboli del Teatro Scalzo di Genova. A seguire (ore 17,30) un combattimento in stile medievale, alla luce delle fiacole. In  serata (ore 22) grande spettacolo di spade infuocate e giocolieri del fuoco. Infine (ore 22,30), musica a cura del duo polistrumentista “The Hullers”, formato da Diego Perugini e Andrea Pinsuti.

Lunedi 1, Radicofani apre il mese di agosto e il suo cartellone di spettacoli estivi con una strepitosa notte della musica. Sul palco di piazza San Pietro (dalle ore 21) si alterano il quartetto degli Steelwind e il quintetto jazz capeggato da Glenn Ferris. Steel wind chamber saxophone quartet è il risultato di un percorso musicale che nasce nel 1983 come sperimentazione di quattro musicisti (Roberto Frati, Andrea Lucchesi, Milo Vannelli, Marco Vanni). A Radicofani, in piazza San Pietro si esibiranno come sottofondo di immagini di film in bianco e nero. Subito dopo sarà la volta di uno più celebri trombonisti viventi e quattro docenti di Siena jazz, per un concerto che ha esordito a Murlo, nell’ambito di Bluetrusco, riscuotendo uno straordinario apprezzamento.  Glenn Ferris è un’icona del jazz, forse il più grande trombonista vivente. Nato il 27 giugno 1950 a Los Angeles (Hollywood, per la precisione), è soprattutto un artista camaleontico. Ha amato lavorare anche in altri ambiti musicali, con personaggi apparentemente lontani dal suo genere: Frank Zappa, Stevie Wonder, James Taylor, Duran Duran e tanti altri, per i quali ha suonato nei maggiori successi. In particolare, ha fatto parte, concerto dopo concerto, del Gran Wazoo Big Band di Zappa. Glenn ha sempre preso seriamente la musica, fin da bambino. La sua prima folgorazione nel 1958, quando assiste a un concerto della Los Angeles philarmonic e decide di suonare il trombone, che studia tra il 1958 e il 1967. Ma nel 1964 arriva la seconda folgorazione: Don Ellis lo instrada al jazz. Diventa ben presto trombone solista nella band di quest’ultimo, con il quale registra il suo primo disco “Autumn”. Nel 1973 è il trombone dell’orchestra di Harry James, l’anno successivo anche della band di Billy Cobham. In breve è diventa un musicista di riferimento di tanti nomi importanti della musica americana, prima di trasferirsi definitivamente a Parigi, nel 1980, quando esce il  suo primo album: “Glenn Ferris salive in Paris”. Insegna a Nimes, Salon-de-Provence e Nancy e, nel 1995, inizia a pubblicare album con un suo trio (“Flesh&stone”, “Face lift”, “Refugees”). Del 2001 l’album “Chrominance”, con una nuova formazione, il Chrominance trio. Tra gli ultimi cd pubblicati, “Skin Me” con la nuova band Pentessence (2004), “X Actimo” (2006), fino ad album più recent, come “Ferris wheel”. Innumerevoli i riconoscimenti, non si contano le collaborazioni con i più famosi musicisti della scena mondiale. In Francia ha lavorato con Tony Scott, Brotherhood of Breath, Henri Texier and altri ancora. Nel suo curriculum anche la docenza e la carica di vicedirettore al conservatorio di Parigi.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200

Viaggi nel Mondo - Itinerario di viaggio in Francia: sbarco in Normandia

rouen300
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio