Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Riflettere sul ruolo dei genitori, un appuntamento a Monteroni

Bookmark and Share
La cooperativa Zelig Sociale con il comune di Monteroni organizza un incontro con lo psicologo Giancarlo Petri giovedì 30 marzo alle 17

giuliatimitilli2015_650_3È difficile il mestiere di genitore. Per aiutare padri e madri alle prese con la crescita dei propri figli il Comune di Monteroni con Zelig Sociale organizza un incontro dal titolo “Regole e dintorni”. Appuntamento giovedì 30 marzo alle 17 nella sala delle Macine a Monteroni con il dottor Giancarlo Petri, psicologo e psicoterapeuta.

“L’obiettivo che poniamo come amministrazione è sempre quello di non lasciare sole le famiglie ed i genitori – spiega l’assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Monteroni d’Arbia Giulia Timitilli - vogliamo dare gli strumenti e le idee giuste e necessarie per una sana crescita personale e sociale dei più piccoli ed approfondire le tematiche educative e gli aspetti relativi al ruolo genitoriale. Grazie alla cooperativa Zelig Sociale abbiamo adesso la possibilità di interrogarci su quali siano le regole necessarie per una buona fase di crescita. Una riflessione questa stimolante che sarà dedicata non soltanto ai genitori ma anche al personale educativo ed a tutta la nostra cittadinanza”.

L’incontro, organizzato dalla cooperativa Zelig Sociale, in collaborazione con l'assessorato all'Istruzione e al coordinamento pedagogico di Monteroni d'Arbia, avrà al centro il tema delle “regole” che un genitore sa di dover porre per la crescita e la formazione dei più piccoli. L’invito a tutta la cittadinanza è di partecipare quindi all’incontro giovedì 30 marzo alle 17 nella sala delle Macine in piazzetta del Mulino 15 a Monteroni.


 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio