Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
SALUTE E BENESSERE

Azienda Usl Toscana Sud Est: si costituisce la Rete delle vaccinazioni

Bookmark and Share
Le novità organizzative per far fronte alla diminuzione delle coperture vaccinali
Ecco i principali dati sulle coperture vaccinali del 2016

vaccino-medico650In Azienda Usl Toscana Sud Est nasce la “Rete delle Vaccinazioni e i rapporti con le Cure Primarie”. E’ la risposta che l’Azienda ha messo in campo per far fronte alla diminuzione delle coperture vaccinali e per garantire omogeneità delle prestazioni nelle tre aree operative.

Alla Rete, appena costituita e coordinata dalla dott.ssa Alessandra Bagnoli responsabile per le vaccinazioni a livello aziendale coadiuvata dalla dott.ssa Elena De Sanctis per il comprensorio Aretino e la dott.ssa Maria Di Cunto per quello grossetano, partecipano i professionisti del dipartimento di Prevenzione, i medici delle Cure Primarie che fanno da raccordo con i pediatri e i medici di famiglia, il direttore della Igiene Pubblica e della Nutrizione dott.ssa Maria Teresa Maurello, i farmacisti del dipartimento del Farmaco e i facilitatori della comunicazione.

“La rete ha il compito di integrare, monitorare e raccordare il processo delle vaccinazioni sia pediatriche che degli adulti, - spiega la dott.ssa Bagnoli - con la collaborazione dei medici e pediatri di famiglia, in particolar modo per l’aumento delle coperture rispetto a specifiche patologie quali l’influenza, la polmonite pneumococcica etc”.

Ecco i dati più significati del processo di vaccinazione nel territorio dell’Azienda Usl Toscana Sud Est ad oggi disponibile.

Al 28 febbraio 2017, contro il meningococco C, sono stati vaccinati in tutta l'area vasta 58.849 su 69.860 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 20.Su Siena hanno risposto 15.535 ragazzi su una popolazione target di circa 18.500.

Rispetto all’obiettivo Mes di raggiungimento del 95% della copertura vaccinale dei bambini, nel territorio senese la copertura a 24 mesi è stata del 95,8% per l’esavalente, il 91,2% per morbillo-parotite-rosolia, il 93,6% per meningococco C e il 93,6% per lo pneumococco.

La stessa copertura vaccinale a 36 mesi è stata per l’esavalente del 95,5%, morbillo-parotite-rosolia dell’89,1%, meningococco C del 92,2% e per lo pneumococco del 94,3%.

Altro dato riguarda la copertura vaccinale degli ultrasessantacinquenni per limitare l’influenza che quest’anno, nella nostra provincia, ha riguardato il 50% della popolazione target (69.102 persone).

Per ulteriormente facilitare il lavoro in rete delle strutture aziendali con i Pediatri di famiglia, entrerà a breve anche l'utilizzo di un unico applicativo regionale di registrazione delle vaccinazioni che consentirà di avere il quadro immediato della situazione vaccinale dei cittadini per andare a recuperare, in modo mirato, coloro che non risultano in regola con le vaccinazioni.

La prevenzione delle malattie infettive è uno dei principali obiettivi della Sanità Pubblica. Le vaccinazioni sono un anello fondamentale nella prevenzione della salute dei cittadini. Molte patologie sono state debellate nel corso degli anni, e così si è ridotta la percezione dell'importanza delle vaccinazioni, unico strumento efficace per combattere il riemergere di malattie finora scomparse.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio