Giovedì, 21 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Servizi ed aliquote invariate, approvato il bilancio 2017 a Monteroni d’Arbia

Bookmark and Share
Nel corso del consiglio comunale di ieri il sindaco Gabriele Berni ha presentato il bilancio di previsione mantenendo fissi i servizi alle famiglie e le aliquote dei servizi a domanda e della Tari

gabrieleberni650v“Ancora un bilancio con dati più che positivi, all’insegna del lavoro e della programmazione soprattutto sul fronte degli investimenti. Abbiamo lasciate inalterate le tariffe pur incrementando i servizi ai cittadini e la previsione di sviluppo per il territorio. Quello approvato è un bilancio maturato in un contesto difficile, frutto della continua riduzione di risorse e di una continua evoluzione al quadro di riferimento con l’introduzione di nuovi principi contabili. Fattori, questi, che non facilitano la programmazione e che potrebbero contribuire a peggiorare ulteriormente in prospettiva la tenuta degli equilibri soprattutto per quel che riguarda la gestione della parte corrente del bilancio”.

Con queste parole il sindaco di Monteroni d’Arbia Gabriele Berni ha presentato il bilancio previsionale 2017 al consiglio comunale di giovedì 30 marzo. L’atto è stato approvato con i voti favorevoli del gruppo Centrosinistra per Monteroni. 

Nel dettaglio il Bilancio sancisce che per il 2017 verranno mantenuti tutti i servizi fondamentali alle famiglie, dai 40 posti del nido d’infanzia, ai 15 dello spazio gioco, ai 40 del centro gioco tre-sei. Invariate poi le aliquote dell’Imu e della Tasi, le rette della Rsa (ed i relativi servizi). Anche le tariffe dei servizi a domanda individuale e dei servizi scolastici (compreso trasporto e mensa) rimarranno invariate e l’accesso ai servizi mantiene invariate le forme di esenzione e riduzione al fine di garantire una forma di redistribuzione delle risorse ed un accesso ai servizi fondamentali anche ai soggetti più esposti agli effetti della crisi.
Anche per quel che riguarda la Tari, attraverso lo stanziamento di risorse comunali, l’amministrazione manterrà le agevolazioni già previste a partire dal  2014 relative alle difficoltà sociali e all’applicazione delle buone pratiche ambientali, confermando anche le riduzioni relative alle attività produttive di nuovo insediamento.

“Fondamentale poi – specifica Berni - l’attività di controllo e recupero di risorse non pagate. Abbiamo cominciato infatti un’importante lavoro in questo senso in linea con il principio di equità fiscale e per non far gravare ulteriormente questi crediti sugli equilibri finanziari e di conseguenza sugli stessi contribuenti”.

Nei giorni scorsi il bilancio è stato condiviso con le sigle sindacali con le quali è stato stabilito che nei prossimi mesi, in tema di fiscalità, verrà valutata la possibilità di lavorare sul fronte delle entrate attraverso la revisione di alcune tariffe tenendo fermo il principio di equità. Saranno mantenute le agevolazioni  sugli oneri di urbanizzazione per incentivare il risparmio energetico e sostenere l’edilizia locale, verrà continuamente monitorata con la Regione Toscana la stabilizzazione della sezione Pegaso che abbiamo ottenuto. Sempre da parte della Regione Toscana auspichiamo  un implemento di risorse destinate al fondo per il contributo agli affitti (che anche quest’anno è alimentato anche con risorse aggiuntive del nostro bilancio).

“Fin da subito, nel nostro mandato, ci siamo impegnato sul fronte degli interventi agli edifici scolastici, per questo sono molti quelli fatti e quelli in via di conclusione. Anche con questo bilancio confermiamo il nostro impegno – conclude il sindaco – al fine di destinare eventuali economie per la manutenzione degli edifici scolastici e per la realizzazione di progetti per la scuola in generale. Anche in questo ultimo anno abbiamo fatto molto in questo senso: dai nuovi edifici, nuovi arredi, ai nuovi allestimenti esterni, ma riteniamo che ogni euro investito per la sicurezza ed il benessere negli ambienti scolastici abbia un ritorno per tutta la collettività”.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio