Mercoledì, 12 agosto 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
SPORT

Universiadi: l'Italia chiude a 6 medaglie, 2 le vince Irene Siragusa

Bookmark and Share
irenesiragusa-amsterdam2016L’Italia dell’atletica torna dall’edizione numero 29 della rassegna mondiale universitaria con 6 metalli, equamente ripartiti: 2 ori (Irene Siragusa nei 200 e Ayomide Folorunso sui 400 ostacoli), 2 argenti (Marco Fassinotti nell’alto e Irene Siragusa sui 100) e 2 bronzi (Claudio Stecchi nell’asta e Anna Bongiorni sui 200), al settimo posto nel medagliere comandato dal Giappone (7-2-7) su Polonia e Germania. Due quindi le medagli, una d'oro e una d'argento, vinte dalla sprinter di Colle di Val d'Elsa, Irene Siragusa.

Si tratta del miglior risultato dal 1999, quando il team azzurro completò la manifestazione con un identico bilancio, invece occorre andare più indietro per trovare un bottino superiore, al 1997 (otto medaglie) e al 1989 (tre ori). La prossima edizione delle Universiadi è in programma nel 2019 in Italia, a Napoli.

Nell’ultima giornata dell’atletica alle Universiadi di Taipei, la nazionale italiana non porta a termine la finale della 4x100 donne, a causa della caduta del testimone all’inizio dell’ultima frazione. La staffetta azzurra era schierata con tre atlete già salite sul podio individuale: insieme all’ostacolista Luminosa Bogliolo, le sprinter Irene Siragusa e Anna Bongiorni per chiudere con Ayomide Folorunso.

Dopo essere entrate in finale grazie a uno dei crono di recupero, anche se con il quarto tempo complessivo del turno eliminatorio, le azzurre sono nella scomoda prima corsia. Parte dai blocchi Luminosa Bogliolo, 22enne del Cus Genova che qui ha raggiunto le semifinali dei 100 ostacoli come agli Europei under 23, per lanciare Irene Siragusa. La 24enne senese dell’Esercito, protagonista nelle gare individuali (seconda sui 100 e prima nei 200, in entrambi i casi con il record personale), passa il bastoncino alla 23enne pisana Anna Bongiorni (Carabinieri), sul podio a Taipei con il terzo posto nei 200 metri. Tocca quindi all’ancora ventenne Ayomide Folorunso, in questa stagione autrice di una doppietta d’oro sui 400 ostacoli tra Europei U23 e Universiadi. Ma il testimone cade subito dopo il cambio e si interrompe la corsa per l’emiliana delle Fiamme Oro. Fino a quel momento le azzurre erano praticamente appaiate alle squadre di Polonia e Giappone, poi terza (44.19) e quarta (44.56 che è lo stesso tempo realizzato ieri dall’Italia in batteria), mentre il Kazakistan in 43.68 si aggiudica la vittoria in rimonta sulla Svizzera (43.81).

LE MEDAGLIE ITALIANE ALLE UNIVERSIADI TAIPEI 2017
ORO (2): Irene Siragusa (200m), Ayomide Folorunso (400 ostacoli)
ARGENTO (2): Marco Fassinotti (alto), Irene Siragusa (100m)
BRONZO (2): Claudio Stecchi (asta), Anna Bongiorni (200m)

GLI ALTRI FINALISTI AZZURRI (primi 8)
QUARTI POSTI (2): José Bencosme (400 ostacoli), Ottavia Cestonaro (triplo)
QUINTI POSTI (2): Francesca Bertoni (3000 siepi), Stefania Strumillo (disco)
SESTI POSTI (3): Davide Re (400m), Simone Falloni (martello), Anna Bongiorni (100m)
SETTIMI POSTI (1): Filippo Randazzo (lungo)
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

''La sospensione di un attimo''

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio