Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

San Casciano Bagni tra i protagonisti di un progetto di Ministero, Anci e Airbnb

Bookmark and Share
sancascianodeibagni650_3C’è anche San Casciano Bagni tra i quaranta borghi italiani oggetto di un piano di valorizzazione sviluppato dalla piattaforma Aribnb con il patrocinio di Anci e la collaborazione del Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo.L’iniziativa dal titolo Borghi Italiani (Italian Villages) arriva nell’anno che proprio il MiBACT dedica alla promozione delle piccole comunità e di centri storici straordinari, nell’ottica della promozione di un turismo più sostenibile, fuori dalle rotte italiane più battute. Il piano prevede un ventaglio di progetti diversi.

“Per San Casciano dei Bagni – osserva il vicesindaco Agnese Carletti – è un altro riconoscimento. Il tentativo è di elevare l’offerta culturale, come dimostrano l’apertura della torre medievale di Celle e di uno spazio museale. Al tempo stesso cerchiamo di entrare nei circuiti che contano, per puntare a proposte e servizi di qualità. Altro esempio è stato particolarmente utile il recente Festival dei territori, organizzato da Pino Pasquali e Valeria Penna di Atelier. Oltre ad esser eun momento di discussione, è servito per far avanzare da parte di architetti e studenti universitari, proposte su possibili interventi nelle frazioni che, presto, saranno presentate in una pubblicazione”.

Quanto alle potenzialità del piano di valorizzazione turistica ministeriali. Da uno studio è emerso che, negli ultimi dodici mesi, gli host residenti delle aree rurali (47 anni l’età media, il 52% donne) hanno guadagnato complessivamente quasi 80 milioni di Euro, ospitando oltre 540.000 viaggiatori attraverso i 30.000 annunci disponibili. La durata media del soggiorno è stata di 5 notti, con 3 persone a comporre il gruppo medio. Il guadagno annuale dell’host tipico delle aree rurali è stato di 1.600 Euro, frutto in genere di 16 notti prenotate.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio