Venerdì, 15 novembre 2019
Banner
Banner
SALUTE E BENESSERE

Dal 1° novembre sarà in pensione il professor Carlo Setacci, direttore dell’UOC Chirurgia Vascolare dell’AOU Senese

Bookmark and Share
carlosetacciDal 1° novembre sarà in pensione il professor Carlo Setacci, direttore dell’UOC Chirurgia Vascolare dell’AOU Senese e direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Vascolare dell’Università di Siena.

“Ringrazio il professor Setacci per l’impegno e la dedizione profusi in tutti questi anni – ha detto Valtere Giovannini, direttore generale dell’AOU Senese – e per aver formato un’équipe di professionisti validi e preparati, che sapranno portare avanti l’ottimo lavoro svolto sino ad ora, con un’eccellente integrazione tra le attività di ricerca, didattica e assistenza”.

Il professor Setacci è stato presidente della Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare, è presidente del Collegio dei Professori Ordinari di Chirurgia Vascolare ed ha ricoperto importanti incarichi in numerose società scientifiche internazionali di chirurgia vascolare, con oltre 400 pubblicazioni, contribuendo al progresso scientifico di questa disciplina e portando il policlinico Santa Maria alle Scotte ad alti livelli di eccellenza.

“Conosco da sempre Carlo Setacci – ha aggiunto il professor Ranuccio Nuti, delegato alla Sanità per l’Università di Siena - e ne ho sempre apprezzato l’impegno didattico, l’elevato rigore scientifico e la costante passione clinica, doti queste che hanno portato lui e la sua Scuola a livelli di assoluta eccellenza; è stato per anni un importante punto di riferimento prima nella Facoltà Medica Senese e, successivamente, nel Dipartimento di Scienze Mediche Chirurgiche e Neuroscienze,  e desidero esprimere nei suoi confronti il mio sincero ringraziamento.”
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio