Lunedì, 18 novembre 2019
Banner
Banner
ECONOMIA E FINANZA

Partenariato Pubblico Privato, ancora aperte le iscrizioni al convegno organizzato da ANCE Siena

Bookmark and Share
Martedì 30 gennaio alle ore 15 presso l’auditorium della Cassa Edile

AndreaTanzini-presidenteAnceSiena650Martedì 30 gennaio presso l’Auditorium della Cassa Edile di Siena, in viale Franci, 18, avrà luogo il convegno “Partenariato Pubblico Privato: un’opportunità per amministrazioni e comunità locali, privati e imprese”, un’occasione, voluta dalla sezione dei costruttori edili, per promuovere una forma alternativa di valorizzazione del patrimonio pubblico e di erogazione di servizi alla collettività.

“Affronteremo i principali aspetti legali ed economico finanziari per inquadrare correttamente lo strumento del Partenariato Pubblico Privato” commenta Andrea Tanzini, Presidente di ANCE Siena “In particolare, ci rivolgiamo ai Comuni della nostra Provincia, alle istituzioni, ai professionisti, per i quali sono previsti crediti formativi, ed alle imprese: il nostro scopo è arrivare a considerare questa via un modo concreto di recuperare ambienti dismessi, spesso cari ai cittadini per motivi storici o civici, e restituirli a nuova vita, ma anche di dotare il nostro territorio, grazie all’intervento privato, di altri tipi di infrastrutture necessarie come ad esempio un parcheggio. Per questo motivo,” conclude Tanzini “la partecipazione al convegno è libera ed aperta a tutti gli interessati”.

Per aderire è necessario iscriversi cliccando  QUI o inviare un’e-mail a ancesiena@confindustriatoscanasud.it
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio