Mercoledì, 20 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Castelnuovo Berardenga: incontro sulla dipendenza da cellulare

Bookmark and Share
Appuntamento venerdì 23 marzo alle 17, promosso da Comune, Anci Toscana e Usl Toscana Sud Est

dipendenzacellulare“Oddio ho smarrito il cellulare… la paura di separarsi da uno strumento che crediamo ormai irrinunciabile”. E’ questo il titolo dell’iniziativa in programma a Castelnuovo Berardenga venerdì 23 marzo, alle ore 17, nei locali della Compagnia “Maria Santissima del Patrocinio”, in Piazza Guglielmo Marconi. L’iniziativa, organizzata dal Comune castelnovino e da Anci Toscana in collaborazione con l’Azienda Usl Toscana Sud Est, si aprirà con i saluti di Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga, e continuerà con gli interventi di Marco Becattini, direttore del Dipartimento Dipendenze Azienda Usl Toscana Sud Est e di Simona Neri, responsabile Anci Toscana per il progetto “Iniziative di contrasto alle ludopatie e bullismo”. L’appuntamento sarà coordinato da Filippo Giannettoni, presidente del consiglio comunale di Castelnuovo Berardenga e vedrà anche la presenza di un rappresentante del Centro di ascolto regionale della Regione Toscana.

“La dipendenza da cellulare e altri dispositivi mobili - afferma Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga - è un tema attuale e quotidiano che interessa moltissime persone e troppo spesso rappresenta un vero e proprio ‘vizio da cui bisogna ogni tanto ‘disintossicarsi’. Insieme ad Anci Toscana e Azienda Usl Toscana Sud Est, che ringrazio per la collaborazione, rifletteremo su questo fenomeno legato all’utilizzo delle nuove tecnologie e su come possiamo rimanere connessi con il mondo e con tutte le notizie nel modo più giusto e salutare”.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio