Venerdì, 22 novembre 2019
Banner
Banner
PROVINCIA

Ruba furgone e lo nasconde nel giardino della villa di cui è custode: denunciato dai Carabinieri

Bookmark and Share
carabinieri-villa-furtofurgoneNella giornata di ieri, mercoledì 28 marzo, i Carabinieri della Stazione di Sovicille hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione un cittadino albanese di quarantanove anni, residente a Poggibonsi, con precedenti denunce per reati di matrice predatoria.

L'uomo, a seguito di una breve indagine, è stato sorpreso in possesso di un furgone Fiat Ducato bianco che era stato rubato presso una ditta di Sovicille la notte precedente. Il furgone montava un gps ben nascosto nella carrozzeria e le indicazioni satellitari hanno così indirizzato i militari dell'ARMA in un’area ben delimitata dalle parti di Monteriggioni. I Carabinieri però non sono riusciti a rintracciare il furgone sulla strada, doveva dunque essere stato ben nascosto.

I militari si sono così orientati su una lussuosa villa. Da un’accurata osservazione esterna i Carabinieri hanno individuato un furgone bianco ben defilato sotto un leccio secolare e sono riusciti a leggerne la targa che corrispondeva a quella ricercata.

A breve distanza dal mezzo vi era il 49enne, custode della villa che è normalmente disabitata. L’uomo è stato fermato e, alle contestazioni rivoltegli, ha sostenuto di non saperne nulla di quel furgone. E' stato pertanto denunciato alla Procura della Repubblica per un reato ben più grave del furto che gli sarebbe convenuto ammettere, anche se in certi ambienti qualcuno insegna che è bene negare sempre. Grava ora su di lui un’accusa di ricettazione della quale dovrà rispondere alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena.
 
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

MESSAGGIO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO WHATSAPP

Da una 15ina di giorni non è più attivo il nostro servizio di invio notizie su whatsapp in quanto l'azienda ha bloccato il nostro numero. Dopo numerose richieste per capire il motivo ci hanno risposto, dopo 10 giorni, adducendo una presunta "violazione dei termini del servizio" specificando la vendita di prodotti non consentiti. Ora, inviando SOLAMENTE notizie, e avendo letto la corposa lista delle vendite vietate per cercare di capire un motivo per tale violazione, deduciamo che, per qualche geniale algoritmo di qualche geniale software, articoli tipo "arrestato spacciatore di cocaina" vengano considerati come vendita... ma ripetiamo, sono solo deduzioni che facciamo. Avendo spiegato nei dettagli il tutto al dis-servizio assistenza abbiamo ricevuto zero risposte e il numero è tuttora bloccato. Siamo dispiaciuti per la situazione e ci scusiamo con i 3.000 utenti del servizio soprattutto per non poter avvertire direttamente a causa del blocco del numero. Speriamo che quanto prima la situazione sia chiarita in modo da poter ripristinare il servizio. Grazie mille.

ESTRA NOTIZIE

estra300x250-80
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK

archivio