Mercoledì, 19 giugno 2019
Banner
Banner
ARTE E CULTURA

''Mnémon 2015'': il valore della memoria

Bookmark and Share
mnemon2015Mnémon, l’ambizioso progetto con il quale l’Istituto Caselli di Siena ogni anno ha deciso di far riflettere i giovani sulle persecuzioni del XX secolo, è giunto alla sua 5ª edizione.

Nato nel 2011 per commemorare in maniera trasversale e apolitica le persecuzioni razziali e i genocidi di ogni tempo, ha dimostrato attraverso i lavori dei partecipanti le drammatiche similitudini tra gli stermini di tutti i tempi e quanto sia efficace dal punto di vista formativo porsi con spirito critico di conoscenza di fronte ad ogni genocidio, di qualunque colore, tempo e luogo. Le faziosità e le strumentalizzazioni hanno da troppo tempo distorto la verità o addirittura censurato i fatti, giustificando l’ingiustificabile. Ogni anno poi, come tutte le cose fatte col cuore, è stato diverso da quello precedente e le energie si sono catalizzate attorno ad un tema principale che si è intrecciato con la storia della nostra città e le grandi commemorazioni nazionali allargando sempre più l’orizzonte fino ad una panteistica idea di memoria collettiva oltre ogni confine nazionale ed etnico anche per l’efficacia di contributi creativi divenga testimonianza universale e possa concretamente contribuire a far crescere i nostri ragazzi secondo i valori della democrazia  vera e partecipata.

Quest’anno Mnémon è arrivato fino alle sale del Parlamento Italiano ed è stato selezionato tra le 60 proposte nazionali per il progetto “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di costituzione” che si prefigge lo scopo di diffondere i valori della nostra costituzione tra i giovani studenti.

I lavori si sono concentrati sull’articolo 3 della Costituzione Italiana, “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge...” partendo dalla riflessione che solo 10 anni prima della sua stesura, nel 1938, erano state promulgate in Italia le Leggi razziali.

Il 17 ed il 18 aprile all’auditorium della Chianti Banca due giornate espositive sui lavori dei ragazzi. La mostra delle opere, ai Magazzini del Sale a Palazzo Pubblico, è stata inaugurata ieri e sarà aperta fino a sabato 18 aprile. Informazioni presso l’Istituto Caselli via Roma, 67 Siena.

L’evento è stato possibile grazie alla sinergia ormai decennale tra l’Istituto Caselli nelle persone del dirigente scolastico Valeria Bertusi e il coordinatore di progetto Beatrice Cappelli e Daniele Sasson de IL PRISMAmultimedia di Siena che ha coordinato e gestito gli aspetti artistico-espositivi.  La realizzazione dell’evento è stata possibile grazie al patrocinio del Comune di Siena, che da anni crede nel valore dell’iniziativa ed ha messo a disposizione lo spazio espositivo del Magazzini del Sale.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e SERVIZI

Facebook_RoundWhatsapp_free_social_media_icon_roundInstagram_round_social_media_icon_freeTwitter_round

Tg Canale3 Tv martedì 18 giugno

estra300x250-80

ESTRA NOTIZIE

fotostudiosiena