Sabato, 31 ottobre 2020
Banner
Banner
sienafreewhatsapp650x80
ARTE, SCIENZA E CULTURA

XX settembre 1870 a Siena. Le ragioni politiche e morali della presa di Roma a 150 anni dalla breccia di Porta Pia

Bookmark and Share
Incontro storico-culturale alle Logge del Papa con Raffaele Ascheri e Gerardo Nicolosi

bersaglieri carica portapiaSi svolgerà sabato 26 settembre 2020, con il patrocinio dell'assessorato alla cultura del Comune di Siena, l'incontro sul tema “XX settembre 1870 a Siena. Le ragioni politiche e morali della presa di Roma a 150 anni dalla breccia di Porta Pia”.

L'evento si terrà alle 18 alle Logge del Papa. Dialogheranno con il pubblico Raffaele Ascheri, presidente della Biblioteca comunale degli Intronati e Gerardo Nicolosi, professore associato di storia contemporanea dall'Università di Siena.

“Il 20 settembre1870, il tratto di mura aureliane tra Porta Pia e Porta Salaria fu l’obiettivo dell’attacco principale sferrato dalle 4 del mattino, durante le operazioni per l’occupazione di Roma, dalle truppe italiane guidate dal generale Raffaele Alessandro Cadorna. Il primo colpo di cannone fu sparato alle 5.10, da una batteria di artiglieria comandata dal Capitano Giacomo Segre e schierata a circa 500 metri dalle mura. Il Papa ordinò al generale in capo delle truppe pontificie Kanzler di limitare la difesa al tempo necessario per affermare la protesta della Santa Sede e di aprire le trattative di resa ai primi colpi di cannone. Tuttavia Kanzler preferì rinviare le sue decisioni e le truppe pontificie si arresero a Porta Pia solo dopo un assalto del 40° reggimento di fanteria, nel momento in cui i reparti italiani più prossimi all’ampia breccia che nel frattempo era stata aperta nelle mura dall’artiglieria davano inizio all’entrata degli italiani in Roma. Fu in quel punto che le fanterie della 12ª Divisione (12° Bersaglieri e 2° Battaglione del 41° Fanteria) e la colonna di sinistra dell’11ª Divisione (34° Bersaglieri e parte del 19° Fanteria) si scontrarono con gli Zuavi al Comando del Generale Kanzler. Gli uomini della difesa pontificia si arresero all’avanzata dei Bersaglieri e la battaglia si concluse con decine di vittime in entrambi gli schieramenti: 49 caduti tra le fila dell’Esercito Italiano (il primo fu il Maggiore Giacomo Pagliari) e 69, tra morti e feriti, nei ranghi papalini”.

L'appuntamento storico-culturale di sabato alle Logge del Papa precede la giornata dedicata al contradaiolo senese Niccolò Scatoli, trombettiere del 34° battaglione bersaglieri che prese parte all'annessione di Roma al Regno d'Italia, che si svolgerà domenica 27 settembre nella contrada del Valdimontone a partire dalle ore 16,30.
 
sienafreewhatsapp2
GUARDA ANCHE

SOCIAL e MESSENGER

Facebook_Round Twitter round Instagram_round_social_media_icon_free Telegram round Whatsapp_free_social_media_icon_round

ESTRA NOTIZIE

VALDICHIANA VILLAGE - dolce Vita

''La sospensione di un attimo''

sienafreewhatsapp300X200
fotostudiosiena

SEGUICI SU FACEBOOK